Morbidelli: “Skate park è finito nel cestino”. Valentini: “Il Saraudi rimarrà una giungla”

Duro faccia a faccia sulla questione legata all'impianto di Campo dell'Oro

420

“Se gli Attivisti anonimi ci chiedono conto dello skate park o degli altri scellerati progetti che interessano solo a loro, rispondiamo dicendo che sono finiti nel cestino perché la città ha premiato il programma elettorale che non li prevedeva”, parole della capogruppo di Fratelli d’Italia, Roberta Morbidelli, che replica ad una nota degli attivisti 5 stelle. Non si è fa attendere la risposta del presidente della Cv Skating Riccardo Valentini. “Le parole della consigliera Morbidelli sono uno schiaffo in faccia ai cittadini, agli sportivi, agli amanti dello skateboard e a quanti erano sotto al Comune nel settembre 2019 per dimostrare pacificamente che a Civitavecchia una comunità di skater esiste, solo che è costretta ad emigrare a causa di una mancanza di apposito e regolare impianto. Morbidelli dimentica che il Sindaco Tedesco aveva promesso agli skater una rivisitazione del progetto, in collaborazione con la Federazione. Morbidelli dimentica che il suo collega Matteo Iacomelli, con delega allo sport, si era fatto avanti per mediare. Dopo un anno di nulla arriva l’amara verità: il progetto dello skate park è nel cestino. Gli amanti dello skateboard devono quindi prendere atto di ciò che erano le parole del Sindaco: menzogne. Il Saraudi era e rimane una giungla, a discapito degli abitanti di Campo dell’oro e le flebili scuse sollevate a suo tempo per bloccare il progetto non stanno più in piedi. Lo Skateboard sarà sport olimpico a Tokyo ma Civitavecchia viene ignorantemente snobbato. La Morbidelli dovrebbe evitare tanta arroganza nello sbeffeggiare gli amanti di uno sport; il Sindaco dovrebbe evitare di prendere in giro i cittadini con false promesse”.