Minaccia con un coltello la cognata. Denunciata 30enne a Civitavecchia

Nell'ambito dell'attività di verifica delle disposizioni da DPCM gli agenti del commissariato unitamente ad altro personale interforze, hanno controllato circa 360 persone e oltre 70 locali

Anche nell’ultimo week-end, sono proseguiti i controlli interforze al fine di verificare il rispetto e l’attuazione delle norme emanate dal DPCM del 3 novembre per il contenimento del contagio da Covid-19. Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Polizia Locale hanno sviluppato un servizio volto a verificare il rispetto delle regole sul divieto di assembramento e l’uso corretto delle mascherine da parte dei numerosi cittadini che hanno affollato, il lungomare civitavecchiese e delle altre località del litorale tra sabato e domenica. Nell’ambito dell’attività, gli agenti del commissariato unitamente ad altro personale interforze, hanno controllato circa 360 persone e oltre 70 locali.

La denuncia. Una donna è stata denunciata in stato di libertà perché responsabile di aver minacciato con un coltello la propria cognata a seguito di una lite in famiglia. Gli agenti della volante del commissariato, sono intervenuti tempestivamente presso l’abitazione, dove hanno trovato anche due minori di 8 e 4 anni, scongiurando conseguenze più gravi di una minaccia.