“Melodie di giardino” diventa “Giardino di stelle”, l’evento alle porte

253

La Manifestazione “Melodie di giardino”, organizzata ogni anno nel mese di luglio dall’Avv. Rosalba Padroni, nel giardino della RSA Madonna del Rosario, con la finalità di avvicinare il mondo della disabilità al tessuto sociale circostante, diventa da quest’anno “Giardino di stelle”. Questa manifestazione, in programma venerdì 12 luglio, è divenuta in breve tempo un evento importante, sia per numero di spettatori, sia per la qualità degli artisti che si sono esibiti . Ma perchè “Giardino di stelle”? Perché ogni volta si esibirà una stella non solo e sempre della musica, ma anche dell’intrattenimento, della poesia e della prosa. Quest’anno ci saranno Genny Basso in Concerto, una Stella della musica, una Stella del pianoforte. Nella pausa tra la prima e la seconda parte ci sarà una stella della prosa, Iolanda Zanfrisco che leggerà poesie di Prevert, De Luca, Merini, Eduardo e Salvatore di Giacomo. Al termine dell’esibizione, l’Avv. Rosalba Padroni, che in quest’occasione veste anche il ruolo di presentatrice, consegnerà targhe-ricordo. In allegato brevi note su Genny basso e Iolanda Zanfrisco.

Genny Basso, un vero virtuoso del pianoforte. Si avvicina alla musica in età precocissima e dopo esperienze formative in Irlanda ed Inghilterra, si affida al Maestro Luigi Averna, con il quale consegue la laurea in pianoforte con il massimo dei voti .
Il celebre Maestro Aldo Ciccolini , con cui ha vissuto per alcuni anni a Parigi, diventando il suo assistente ufficiale nelle Masterclass internazionali di pianoforte , lo ha definito “Una splendida promessa del concertismo internazionale, un vero artista, dotato di una seducente musicalità e di una impareggiabile preparazione pianistica”. Genny Basso si è esibito in festival e stagioni concertistiche internazionali, ne cito solo alcune: il San Carlo di Napoli, il “Bosa Musica Festival” in un concerto a quattro mani con Aldo Ciccolini ed il Festival “Cimarosa”. Ha vinto il primo premio assoluto al Concorso “Città di Bacoli” nel 2010 e sempre il primo premio assoluto “Secondo Cecilia” di Rieti nel 2012, ed è invitato regolarmente a tenere Conferenze-Concerto presso il Dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Napoli, Federico II. Il Concerto si svolgerà in due parti, durante la prima parte Genny Basso eseguirà sei brani tra Notturni e Valzer di Chopin, uno dei grandi maestri della musica romantica, talvolta definito «poeta del pianoforte», il cui “genio poetico” è basato su una tecnica professionale senza eguali nella sua generazione. Terminerà la prima parte con “ Piedigrotta 1924-Rapsodia Napoletana” di Mario Castelnuovo Tedesco, un musicista e compositore fiorentino innamorato di Napoli, della sua cultura e della sua musica, tanto da farle siffatto omaggio. Nella seconda parte eseguirà sette brani famosissimi della tradizione musicale napoletana, ma da lui rivisitati e riarrangiati :
-Te voglio bene assaje;
-Amor Marinaro;
-Chiove “Tu si ‘a canaria”;
-Core ‘ngrato;
-Piscatore ‘e Pusilleco;
-Scalinatella;
-‘O sole mio;

Iolanda Zanfrisco, una grande Artista a tutto tondo. Attrice, regista, scenografa e costumista di rappresentazioni teatrali classiche e moderne, da Plauto a Goldoni, da Aristofane a Eduardo De Filippo, da Shakespeare a Scarpetta, da Moliere a Dario Fò, Petrolini, Neil Simon e tanti altri. Molto conosciuta, se dovessimo elencare tutte le varie compagnie teatrali in cui ha recitato, tutti gli spettacoli realizzati, tutti i concorsi, festival e manifestazioni cui ha partecipato, con tutti i premi vinti, credo che servirebbero molte pagine. Da sottolineare che dal 1999 è Responsabile e Regista di due Laboratori teatrali “ANTA e GO” e “Yolanda boys”, una vera e propria fucìna d’arte dove si sono formati e si stanno formando molti giovani di talento, le cui rappresentazioni, al di là del loro valore intrinseco, contribuiscono spesso anche a scopi benefici. Attualmente la sua Compagnia porta in scena la commedia “Il Clan delle vedove” di Ginette Garcin e la Commedia “Le Pillole D’Ercole” di Maurice Hennequin, riadattata in lingua napoletana.
A Giardino di stelle leggerà:
– I ragazzi che si amano di Jacques Prevert;
– Bambini di Alda Merini;
– Due di Erri De Luca;
– Io vulesse trovà pace di Eduardo De Filippo
-Pianofort ‘e notte di Salvatore di Giacomo.