Martiri delle foibe, Fratelli d’Italia Allumiere: “Il sindaco Pasquini non ha fatto nulla di istituzionalmente importante per ricordare”

"Nonostante ogni anno ricorra per legge questa giornata, e nonostante ogni anno pervengano le richieste del consigliere di Fratelli d'Italia Alessio Sgriscia di commemorazione e riflessione per le vittime di questo martirio, il sindaco e l'amministrazione non fanno niente di istituzionalmente importante per non dimenticare"

“Il 10 febbraio, come ogni anno, ricorre la giornata della memoria dei martiri delle foibe e esuli istriani, fiumani e dalmati, istituita con legge n. 92 30 marzo 2004. Nonostante ogni anno ricorra per legge questa giornata, e nonostante ogni anno pervengano le richieste del consigliere di Fratelli d’Italia Alessio Sgriscia di commemorazione e riflessione per le vittime di questo martirio, il sindaco e l’amministrazione non fanno niente di istituzionalmente importante per non dimenticare. Addirittura quest’anno non é stato riposto nemmeno un fiore né tantomeno una simbolica bandiera a mezz’asta sul balcone comunale. É disarmante a mio avviso, il negazionismo di fronte al martirio delle foibe che c’é nella nostra comunità. Sono letteralmente fuori luogo le priorità che l’amministrazione comunale ed il sindaco, pongono davanti a questa importante ricorrenza proprio in questa giornata. Purtroppo credo che questo sia irrispettoso nei confronti di tutte le vittime delle foibe e alla stessa misura per tutti i cittadini del nostro paese. Forse per il Sindaco e anche per gli altri amministratori, sarebbe necessario rivedere un po’ la storia del nostro paese di Allumiere, per conoscere e scoprire che ci sono state vittime e parenti di esse, originari proprio del nostro paese. Per di più altri concittadini, sono stati indirettamente investiti da questo massacro. Ad Allumiere, per altro, abbiamo avuto anche persone che sono state chiamate come giudici popolare per il processo su questi massacri e hanno potuto ascoltare le voci dei superstiti. Sembra molto riduttivo , un piccolo intervento del nostro Sindaco sulla stampa nei giorni successivi. Soltanto questo non può giustificare la grave mancanza. Agli occhi della cittadinanza é sgarbato ed irriverente promulgare altre iniziative e non fermarsi a ricordare istituzionalmente le vittime delle Foibe. Soprattutto quando si é sindaci e amministratori di un partito democratico in un paese democratico ed italiano. Le giornate del ricordo e le commemorazioni istituzionali, soprattutto se riconosciute per legge, andrebbero ricordate sempre tutte nella stessa misura”. Lo dichiara il partito di Fratelli d’Italia ad Allumiere.