Marta Grande a Tedesco: “Le sue sono dichiarazioni ingenerose e fuori luogo”

"La misura del contributo straordinario di 400 milioni è indirizzato ai cittadini più indigenti, pertanto, applicare la logica del “conto della serva” dividendo la cifra per il numero complessivo di cittadini italiani è quanto di più lontano ci sia, oltre che dalla realtà anche dalle effettive intenzioni del Governo", afferma la parlamentare del Movimento 5 stelle, presidente della Commissione Esteri

667

“Ritengo a dir poco ingenerose e fuori luogo le dichiarazioni del sindaco Tedesco relativamente all’azione del Governo e del Premier e, nello specifico, del contributo aggiuntivo straordinario di 400 milioni messo a disposizione dal Governo. Non deve essere certo la sottoscritta a spiegare al primo cittadino, date anche le sue affatto scarse qualità intellettuali e professionali, che la misura del contributo straordinario di 400 milioni è indirizzato ai cittadini più indigenti, pertanto, applicare la logica del “conto della serva” dividendo la cifra per il numero complessivo di cittadini italiani è quanto di più lontano ci sia, oltre che dalla realtà anche dalle effettive intenzioni del Governo. Il Paese – non la maggioranza – stanno combattendo in Europa una battaglia politica epocale da cui dipende il futuro di ogni italiano. Tutti stiamo lavorando alacremente cercando di remare in un’unica direzione ed ogni sforzo è indirizzato a non lasciare indietro nessuno, come del resto sta cercando di fare la città di Civitavecchia ed ovviamente la sua amministrazione, pur con tutte le difficoltà che presenta un’emergenza così drammatica. Chiunque ed a qualsiasi livello è investito, oggi, di una carica istituzionale deve lasciare da parte le polemiche e le opportunità politiche, lavorando a testa bassa al massimo delle proprie possibilità perché solamente questo, ora, serve”, lo dichiara la parlamentare del Movimento 5 stelle, presidente della Commissione Esteri, Marta Grande.