Marino: “Nuova luce sulla Madonnina, il nostro benvenuto a monsignor Ruzza”

La statua della Madonnina rappresenta un punto di riferimento nella vita sociale ed anche geografica di Civitavecchia

83

Una nuova luce sulla Madonnina di largo d’Ardia sarà il modo di dare il benvenuto della città al nuovo vescovo di Civitavecchia e Tarquinia, monsignor Gianrico Ruzza. Come spiega il consigliere comunale Pasquale Marino, “dopo l’installazione della nuova corona-aureola, ora la Madonnina, uno dei simboli della città, è stata illuminata da nuova luce in tutta la sua figura. L’operazione si è resa necessaria proprio per investire con il faro l’intera mole dell’opera ed è stato possibile grazie all’intervento della ditta Neon Faro 2000 di Domenico Cavallaro. Il potente faro a led che è stato posto consente peraltro una migliore illuminazione anche di tutta l’area. Anche per volontà del Sindaco Ernesto Tedesco, sarà il benvenuto della città al nuovo Vescovo, il cui insediamento è previsto sabato”, conclude Marino. La statua della Madonnina rappresenta un punto di riferimento nella vita sociale ed anche geografica di Civitavecchia. Fu posta nell’immediato Dopoguerra, con una città in ginocchio, quando l’attuale area di largo d’Ardia era a tutti gli effetti la periferia ed il punto più elevato, del centro abitato, come dedicazione alla Immacolata concezione. Inizialmente rivolta verso i Sassicari, si preferì rivolgerla verso mare (e verso il centro) in un secondo momento: di qui la discrepanza ancora visibile tra il piedistallo e la statua.