Manuedda replica a Tedesco e Grasso: “Inutile tentativo di disturbare l’avvio del servizio”

"La percentuale si è subito attestata su percentuali conformi al 65% previsto dalla legge e la qualità dei materiali raccolti è eccellente"

“La raccolta differenziata nella zona centrale della città sta funzionando in maniera più che buona, superiore alle aspettative”. Inizia così l’intervento dell’assessore all’ambiente Alessandro Manuedda in risposta alle critiche sulla raccolta differenziata. “La percentuale si è subito attestata su percentuali conformi al 65% previsto dalla legge e la qualità dei materiali raccolti è eccellente. Questi dati e il contatto con le migliaia di persone che finora hanno aderito con grande impegno e responsabilità alla raccolta porta a porta, alle quali vanno i miei ringraziamenti da amministratore e i miei complimenti da concittadino, sono evidentemente indigesti per Massimiliano Grasso e Ernesto Tedesco che oggi si sono esibiti in una triste visita pastorale al centro di distribuzione dei kit per la differenziata, nell’inutile tentativo di disturbare i lavoratori e diffondere negatività sui cittadini che, nel resto della città, da lunedì potranno usufruire del nuovo servizio di raccolta differenziata. L’attività di distribuzione dei materiali è piuttosto complessa e in questi mesi ha richiesto grandi sforzi, anche fisici, al personale di CSP che voglio ringraziare pubblicamente così come tutti gli operatori e gli autisti che dal 28 febbraio sono impegnati nel lavoro di raccolta. Ai cittadini abbiamo chiesto pazienza nella fase di distribuzione e partecipazione nel separare correttamente i rifiuti che ognuno di noi produce ogni giorno, il tutto nell’interesse generale che è quello non più rimandabile di ridurre l’impatto ambientale. Non sarà quest’ultima “gufata” di Grasso e Tedesco a fermare la raccolta differenziata: da lunedì si parte in tutto il resto della città. Senza ansia, senza nervosismo, perché, come il centro della città ha dimostrato, si tratta di un sistema assolutamente normale e applicato in centinaia di città, in grado di garantire benefici ambientali nettamente superiori a qualsiasi metodo stradale, con contenitori interrati, superficiali o volanti che il politicuccio di turno propone cercando di solleticare la paura e la pigrizia che, in un certo numero di persone, possono nascere come reazione istintiva di fronte a qualsiasi cambiamento”.