Maltempo, le critiche al Comune. Onda Popolare: “D’Ottavio si dimetta”

Critica anche l'associazione Europa Verde. "Sono giorni che la protezione civile e le agenzie meteo annunciano violenti e copiose piogge in arrivo e puntualmente l’amministrazione comunale si è fatta trovare impreparata

“A seguito dei gravi disagi dovuti agli allagamenti nella nostra Città, Il Sindaco Tedesco dovrebbe valutare seriamente l’opportunità di sostituire, con solerzia, l’attuale Assessore ai Lavori Pubblici, ammenoché quest’ultimo non abbia la decenza di rassegnare spontaneamente le proprie dimissioni. Questa mattina, infatti, i cittadini hanno potuto constatare l’oggettiva mancanza di competenza e di capacità gestionali dell’Assessore in questione, evidentemente incapace di dirigere i propri uffici, strategici per l’intera collettività. L’attuale incaricato ai LL.PP. è di fatto “corresponsabile” del verificarsi degli allagamenti e degli smottamenti che hanno aggravato il blocco della città, causando una serie di cospicui disagi a tanti cittadini, sia in strada o nelle proprie case. Una situazione tanto più grave se si considerano i rischi per l’incolumità delle persone ingenerati dalle improvvise inondazioni di strade e vie cittadine. L’Assessore avrebbe dovuto adempiere con prontezza alle funzioni richieste dal Suo incarico, facendo eseguire nei tempi dovuti la pulizia di tombini, caditoie e griglie, nonché dei fossi, ma, forse, è distratto da altre questioni. Alla luce di tali evidenze, riteniamo che il Sindaco debba intervenire, individuando figure capaci di ricoprire un ruolo prezioso e delicato qual è quello di Assessore ai LL.PP., lasciando libero l’attuale responsabile dell’Ufficio di riprendere le proprie effettive “vocazioni” imprenditoriali. Civitavecchia ha bisogno di essere amministrata. E amministrata bene.” Lo scrive il consiglio direttivo di Onda Popolare. Critica anche l’associazione Europa Verde. “Sono giorni che la protezione civile e le agenzie meteo annunciano violenti e copiose piogge in arrivo e puntualmente l’amministrazione comunale si è fatta trovare impreparata. Stamattina numerosi sono stati gli episodi, anche gravi, di allagamenti e blocchi stradali ed è stata solo fortuna che non ci siano stati infortuni alle persone. Si doveva certamente e tempestivamente chiudere le scuole emanando già ieri sera l’ordinanza, invece si è preferito attendere, per poi emanare l’ordinanza di chiusura al pomeriggio di oggi e per tutto domani (sabato…) creando ulteriori disagi alla circolazione. Decisioni approssimative e manutenzioni non effettuate hanno partorito un disastro che è sotto gli occhi di tutti i cittadini e sarebbe opportuno che qualcuno ne risponda immediatamente, a partire dall’assessore ai lavori pubblici”.