M5S a Giulivi: “Caro Sindaco, la toppa peggio del buco, il messaggio che passa alla cittadinanza è devastante”

"La nostra richiesta di dimissioni non è sciacallaggio, è buonsenso. Fa caso che un sindaco sceriffo come lei, che fa piazzare telecamere ovunque per controllare i comportamenti dei cittadini, non se le sia piazzate anche sotto casa "

“La pezza peggio del buco.
Giulivi risponde al Movimento 5 Stelle di Tarquinia che per primo ieri ha dato notizia dei suoi illeciti, ammettendo di aver commesso reati per abusi edilizi e che, pagando una semplice multa, lo salva da demolizioni e denunce.
Caro sindaco, ammesso e non concesso che la legge parla chiaro e lei, reo ammesso, ha l’obbligo di demolire tali illeciti, politicamente sta dando un messaggio alla cittadinanza devastante: ognuno può alzarsi la mattina, fare abusivismo edilizio che è sempre illecito ma il suo è ancora più grave, perché è roba da ricchi di cui poteva benissimo fare a meno, tanto poi con un’ammenda e una sistemazione qua e la tutto si sistema semmai qualcuno da luce al reato.
Sennò, come al solito, passa l’idea del furbo, di quello che ci prova.
Fa caso che un sindaco sceriffo come lei, che fa piazzare telecamere ovunque per controllare i comportamenti dei cittadini, non se le sia piazzate anche sotto casa.
Magari le avrebbero schiarito le idee molto prima che qualcuno desse evidenza ai suoi abusi edilizi.
La nostra richiesta di dimissioni non è sciacallaggio, è buonsenso.” A dichiararlo il Movimento 5 Stelle di Tarquinia.