L’ultimo via libera della Regione al biodigestore, il Pincio: “Ricorso insieme a Comuni e comitati”

"Chiediamo alle Amministrazioni del Territorio, all’Osservatorio Ambientale, alle associazioni e ai movimenti di intervenire nel ricorso a supporto delle ragioni del No espresse dal Comune, dalla Asl Roma 4 e dalla Sovrintendenza"

Parere positivo della Regione Lazio al progetto per la realizzazione di un megaimpianto di rifiuti in zona Monna Felicita, a Civitavecchia. In merito si registra la dichiarazione del Sindaco Ernesto Tedesco e del Vicesindaco e Assessore all’Ambiente, Manuel Magliani: “Abbiamo immediatamente dato mandato all’avvocato Enrico Michetti di esaminare il documento PAUR diffuso dalla Regione Lazio a conclusione del procedimento autorizzativo dell’impianto digestore di Civitavecchia. Sono stati già presentati altri quattro ricorsi, tutti pendenti, in merito a precedenti atti emessi dalla Regione Lazio ancora sub judice ed è nostra intenzione promuovere un ulteriore ricorso avverso il PAUR in tempi brevissimi”. “In tal senso, richiamando l’impegno assunto dai Consigli comunali dei sei Comuni del comprensorio, riuniti congiuntamente a Civitavecchia la scorsa primavera, chiediamo alle Amministrazioni del Territorio, all’Osservatorio Ambientale, alle associazioni e ai movimenti di intervenire nel ricorso a supporto delle ragioni del No espresse dal Comune, dalla Asl Roma 4 e dalla Sovrintendenza. A maggior ragione dopo la bocciatura del termovalorizzatore, non si capisce come mai questo territorio possa invece sopportare il trasferimento di 120mila tonnellate di rifiuti all’anno” continuano Tedesco e Magliani. “Questa battaglia sarà fondamentale per lo sviluppo delle vocazioni cui le realtà del nostro territorio devono legittimamente poter continuare ad aspirare e soprattutto per la difesa della salute dei cittadini: per questo motivo, la porteremo fino in fondo”, concludono i vertici del Comune di Civitavecchia.