L’ago della bilancia: che farà l’elettorato di Poletti? Grasso, Piendibene o tintarella?

Tra Massimiliano Grasso e Marco Piendibene, che si sfidano fra pochi giorni, sarebbe fondamentale accaparrarsi almeno una parte di quegli elettori

Potrebbe essere l’ago della bilancia del ballottaggio che si terrà domenica e lunedì prossimi. Parliamo dell’elettorato di Paolo Poletti, il candidato sindaco che annoverava tra le varie liste anche quelle di Forza Italia e Uniti per Civitavecchia e che nel complesso ha portato a casa il 18%, per un totale di 4.842 voti.

Tra Massimiliano Grasso e Marco Piendibene, che si sfidano fra pochi giorni, sarebbe fondamentale accaparrarsi almeno una parte di quegli elettori. Se Forza Italia potrebbe essere indirizzata a votare più a destra, nonostante l’apparentamento sfumato all’ultimo (che tra l’altro qualche strascico l’ha lasciato), Uniti per Civitavecchia (che sarebbe Italia Viva) e una fetta della Lista Poletti potrebbe invece virare su Piendibene.

Una bilancia sulla quale però faranno la differenza soprattutto la capacità della destra di riportare a votare tutti gli elettori dei tanti “mister” e miss” preferenze del primo turno. Dall’altra parte Piendibene deve sperare che l’innesto dei 5 stelle sia fruttifero e che l’indicazione di voto di Marietta Tidei e Roberta Galletta si traduca in voti concreti alle urne. Ma occhio all’incognita mare, c’è infatti chi, nel dubbio, potrebbe tagliare la testa al toro e optare per la tintarella.