Ladispoli, nuova casa per l’Avis

"Vorrei ringraziare – afferma il sindaco Grando - proprio la presidente Fiorella Fumini Caprini e tutti i donatori di Ladispoli, dei quali mi onoro di far parte, per la tenacia mostrata in tutti questi anni e per aver saputo condurre questa attività altamente meritoria anche nelle condizioni più difficili"

L’amministrazione comunale informa i cittadini che è stata assegnata la nuova sede all’AVIS di Ladispoli. “Trasferire la nostra sezione locale dell’AVIS in una sede più funzionale e decorosa – afferma il sindaco Alessandro Grando – era uno di quegli impegni presi in campagna elettorale al quale tenevamo di più. Ci siamo finalmente riusciti dopo un lungo percorso tecnico ed amministrativo e nell’arco di pochi giorni consegneremo alla signora Fiorella Fumini Caprini, presidente ed anima storica della sezione di Ladispoli, le chiavi dell’immobile di via Vilnius affinchè i volontari possano allestirlo ed in breve tempo trasferirvi tutte le loro attività. Come scritto nella delibera, vogliamo ricordare che la donazione di sangue è un atto di alto valore morale, espressione di solidarietà umana, che rende possibile la pratica di interventi chirurgici e terapie che sono essenziali per curare e salvare vite umane. In questo senso, l’AVIS Comunale Ladispoli è un’Associazione benefica senza scopo di lucro, di forte valenza sociale, che presta da decenni la propria opera di volontariato sul territorio comunale di Ladispoli e che persegue gratuitamente finalità socio-sanitarie di pubblico interesse, consentendo, attraverso i soci donatori e la raccolta di sangue, di far fronte alle necessità trasfusionali a tante strutture sanitarie che operano sull’intero territorio nazionale.
Con questi presupposti e con l’obiettivo di arrivare ad una più ampia e continua raccolta di sangue, che veda il coinvolgimento di un crescente numero di cittadini, anche a livello comprensoriale, abbiamo creato le condizioni affinchè si possano potenziare i servizi trasfusionali e le attività delle unità di raccolta. Anche se i donatori della nostra Città hanno sempre risposto in maniera lusinghiera alle chiamate nei giorni di raccolta, siamo certi che con questa nuova struttura si potranno raggiungere risultati ancora migliori e si potranno potenziare le attività informative rivolte alla popolazione ed in particolare ai giovani studenti.
Vorrei infine ringraziare – conclude il sindaco Grando – proprio la presidente Fiorella Fumini Caprini e tutti i donatori di Ladispoli, dei quali mi onoro di far parte, per la tenacia mostrata in tutti questi anni e per aver saputo condurre questa attività altamente meritoria anche nelle condizioni più difficili. A lei e ai nostri donatori voglio dare appuntamento a breve, al taglio del nastro per l’inaugurazione della uova sede, nel giorno in cui mi auguro potremo fare una raccolta record”.