Ladispoli, il sindaco Grando: “Nessun rispetto per le regole. Costretto ad introdurre nuovamente provvedimenti restrittivi “

"Assembramenti di ragazzi ovunque, per di più senza mascherina, gente che consumava alcolici in strada in barba all’ordinanza che lo vieta espressamente, bottiglie abbandonate dappertutto"

184

“Sono appena rientrato da un controllo per le vie della città.
Non avete idea di quello che c’era in giro stasera tra lungomare, Piazza dei Caduti e Viale Italia: assembramenti di ragazzi ovunque, per di più senza mascherina, gente che consumava alcolici in strada in barba all’ordinanza che lo vieta espressamente, bottiglie abbandonate dappertutto.
Capisco la voglia di uscire e stare in compagnia, ma non è questo il modo di comportarsi.
Capisco anche che per i gestori dei locali non sia facile controllare una situazione del genere, ma questo non è un motivo valido per fare finta di niente.
Alla luce di questi fatti mi vedo costretto ad introdurre nuovamente provvedimenti restrittivi.
Il mio ruolo mi impone di fare tutto il possibile per tutelare la salute dei cittadini, anche a costo di essere impopolare.
Così non si può andare avanti”.
A denunciarlo in un post sulla propria pagina Facebook di ieri sera è il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando