La scuola primaria dell’IC E. Galice celebra la “Festa dell’albero”

Bambini e docenti in prima linea per il rispetto dell'ambiente, dell'amore, la cura degli alberi, del verde e i problemi sociali. In corso il progetto ''Albero e Ambiente'' che vedrà la sua realizzazione in varie tranche

336

La scuola Primaria dell’IC Galice di Civitavecchia di San Gordiano in prima linea per il rispetto dell’ambiente, dell’amore, la cura degli alberi, del verde e i problemi sociali. In particolare, gli alunni delle prime e delle seconde della scuola “Don Papacchini” stanno sviluppando il progetto ”Albero e Ambiente”, che vedrà la sua realizzazione in varie tranche. In occasione della “Festa dell’albero” le docenti con i loro alunni hanno dato vita ad una allegra cerimonia la cui ospite d’onore è stata la Dirigente Scolastica Lucia Matarazzo insieme alla vicepreside Paola Cammilletti. I bambini che hanno preso parte a questa prima fase del progetto hanno lavorato multi disciplinarmente trattando il tema ”Albero” sotto ogni punto di vista. A tal fine sono stati condotti esperimenti, la realizzazione di cartelloni, storie e poesie. In atto anche spettacoli di danza e canto, tutto sotto forma di lavori di gruppo, tutoring dei bambini e circle time. Momento di particolare rilievo la cerimonia durante la quale è stata declamata una poesia scritta dalla poetessa Agnese Monaldi con i bambini di I D, II A e I C durante le prime lezioni del progetto “Armonie del tempo”. A conclusione di questa prima parte, i bambini hanno presentato i lavori e i cartelloni da loro svolti in occasione della “Giornata della Gentilezza”, dedicati ai diritti dei bambini e contro la violenza sulle donne. Dopo, insieme alla dirigente Matarazzo, gli scolari hanno piantato nel giardino della scuola un albicocco e un olivo, simbolo di pace e di fratellanza, oltre ai bulbi di fiori e piantine di ortaggi invernali. Con la promessa di diventare “Protettori del verde”, ogni bambino ha portato a casa l’attestato, il segnalibro e soprattutto una grande scorta di insegnamenti e di allegria. Le docenti hanno così cercato di ”seminare” in questi piccoli alunni, che saranno gli uomini e le donne di domani, la voglia di costruire un mondo migliore, più pulito, più sano e più vivibile. Una giornata che ha saputo regalare emozioni e valori a tutti coloro che vi hanno partecipato, in un bellissimo clima di collaborazione. Docenti e bambini hanno così sperimentato la gioia di apprendere divertendosi, provando sulla loro pelle la bellezza di lavorare insieme in una realtà dove ognuno mette al servizio degli altri le sue capacità.

Sponsorizzato da