La Regione revoca 4 milioni di euro di finanziamento al Pincio, il Pd: “Indignati”

"Sarebbe stato sufficiente corrispondere alle sollecitazioni pervenute persino dalla Regione e presentare un progetto cantierabile per poter disporre di fondi che da anni sono nella disponibilità della città"

“Tra i fondamentali bisogni che vengono reclamati, in particolare da coloro che sono in fondo alla scala sociale, vi è senza dubbio la casa e il lavoro. Civitavecchia non solo non fa eccezione ma le condizioni di estrema precarietà economica in cui versa rendono necessario che su questi temi vi sia una particolare e pressante attenzione del governo pubblico. Gli esempi di una inadeguatezza della attuale Amministrazione sono sempre più numerosi ed eclatanti. Aver smarrito, per sciatteria ed incompetenza, quattro milioni e mezzo di euro di finanziamenti, su fondi per l’Edilizia Residenziale Pubblica, immediatamente disponibili, per alleviare le sofferenze e le ansie di chi non ha un tetto sulla testa e fatica a trovarlo è qualcosa che davvero merita di essere stigmatizzato. Non vi è alcuna giustificazione. Sarebbe stato sufficiente corrispondere alle sollecitazioni pervenute persino dalla Regione e presentare un progetto cantierabile per poter disporre di fondi che da anni sono nella disponibilità della città. Il Partito Democratico e il Gruppo consiliare non nascondono la propria indignazione. Governare significa assumersi le proprie responsabilità e soprattutto dare sempre priorità all’interesse collettivo. Sono ormai troppe le situazioni nelle quali, con i propri comportamenti o talvolta con i propri silenzi o manifestazioni di insufficiente competenza, si è arrecato un danno alla città. Forse sarebbe consigliabile che nell’interesse di tutti l’attuale compagine amministrativa prendesse ragione di questo e ne traesse le naturali e logiche conseguenze”. Lo dichiara il gruppo consigliare del Pd.