La grande “Estate al Polo Culturale di Tolfa” tra festival, cinema e creatività

Ha visto il suggestivo Chiostro del convento dei Padri Agostiniani protagonista della stagione estiva del comprensorio di Civitavecchia e centro vitale della creativa città di Tolfa

139

Grande successo di pubblico per la rassegna “Estate al Polo Culturale di Tolfa”, che ha visto il suggestivo Chiostro del convento dei Padri Agostiniani protagonista della stagione estiva del comprensorio di Civitavecchia e centro vitale della creativa città di Tolfa. Organizzata dall’Associazione Chirone in collaborazione con la cooperativa Taitle ingegno multiforme con il prezioso contributo di ENEL, la rassegna si è fatta portatrice di multidisciplinarietà, cultura, divulgazione, incontro e didattica. Dal cinema all’aperto, al teatro, ai concerti, alle mostre e workshop d’arte per adulti e bambini, il Polo Culturale ha avuto il merito di richiamare e coinvolgere nei mesi di luglio e agosto 2020 un pubblico di tutte le età con iniziative ed esperienze multidisciplinari e spazi accoglienti e affascinanti che hanno consentito il regolare rispetto del distanziamento e delle normative anti Covid-19. In collaborazione con l’Associazione “Racconti di città” è stata allestita all’interno del Chiostro una variopinta Arena per il cinema all’aperto: il colorato e confortevole allestimento delle sedute, realizzando attraverso il recupero di divani vintage, poltrone, sedie, panchine, ha generato un’atmosfera non convenzionale che ha avuto il pregio di far vivere diversamente l’esperienza del cinema, tra relax e atmosfere trendy. Tante le iniziative tra letteratura, teatro, arte e workshop. Suggestive e partecipatissime le due presentazioni dei libri “Oltre Luna” di Caterina Battilocchio e “Young folks” di Giuseppe Pierantozzi, condotte rispettivamente dagli scrittori Gino Saladini e Franco Limardi. Spazio al teatro con 4 rappresentazioni: sabato 18 luglio il debutto di “L’estate di San Lorenzo” scritto e diretto da Enrico Maria Falconi, con Massimiliano Buzzanca, Ester Botta, Ramona Gargano, Martina Valentini Marinaz, Claudio e Stefano Scaramuzzino. Venerdi 24 luglio lo spettacolo “Delitti!” di e con Gino Saladini, Gino Fedeli al flicorno e Anthony Caruana alla chitarra elettrica. Un percorso tra fatti di cronaca nera, dai delitti del Circeo al caso Varani. Lunedi 10 agosto lo spettacolo “Un po’ più su e non mi vedi” scritto e diretto da Enrico Maria Falconi. Martedì 18 agosto “Pe’ Lungotevere…”, con canzoni della tradizione romana della compagnia teatrale tolfetana “Il barsolo“, che rappresenta sempre una garanzia di qualità e originalità nelle rappresentazioni. In occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari è stata allestita “C’era una volta una mostra” a cura di Simona Sarti in collaborazione dell’Associazione ArteAltra e con il contributo artistico dei ragazzi della V D della Scuola elementare dell’Istituto Comprensivo Parco della Vittoria. Il laboratorio di modellazione e decorazione di porcellana condotto dall’artista Pirjo Eronenper bambini e ragazzi che da anni partecipano alle attività proposte dall”Associazione Chirone è stato seguito dal laboratorio “Restiamo accesi”, un momento di creatività con la smaltatura degli oggetti realizzati in precedenza, con una spettacolare dimostrazione di cottura Raku a fuoco vivoUna serata arricchita dalla mostra di arte ceramica contemporanea curata da Pirjo Eronen dal titolo “Forme, Grés e Porcellana”, dal concerto dello Zeugma Jazz Trio e da una degustazione di prodotti tipici della tradizione enogastronomica tolfetana a cura della Azienda agricola Poggio della Stella. Rivolto ai bambini dai 5 anni in su è stato invece il laboratorio “Giocare con l’argilla”. Scenario della rassegna è stato il suggestivo chiostro del convento dei Padri Agostiniani presso il santuario di S. Maria della Sughera (XVI sec.) oggi, Polo Culturale di Tolfa. Il luogo conserva un notevole fascino per la sua architettura austera e per le rifiniture in trachite, una pietra locale. Intorno al Chiostro del Convento si snodano l’area delle mostre temporanee e un’ampia sala per conferenze che ospita iniziative a carattere culturale. Valore aggiunto è stata la possibilità di visitare gratuitamente il Museo Civico di Tolfa, situato al primo piano del complesso, che conserva reperti di età etrusca, romana, medievale e moderna. Oltre al Museo sono presenti nella struttura il laboratorio di restauro, la Biblioteca comunale e l’Archivio storico. Il grande successo della rassegna è merito della grande professionalità dell’Associazione Chirone, che da anni si distingue nel territorio della Provincia di Roma per le sue iniziative legate alla divulgazione artistica, alla letteratura – con l’apprezzatissimo Festival Tolfa Gialli&Noir e il relativo Premio Glauco Felici –  e all’arte visiva con il Festival Internazionale della Ceramica. “Estate al Polo Culturale di Tolfa” ha rappresentato per il territorio un importante punto di socialità, scambio di esperienze e incontro per tutte le fasce d’età, riuscendo a operare nel pieno rispetto delle norme vigenti sul distanziamento e la prevenzione e gettando nuove basi per una ricca stagione di eventi.