Karate, la Meiji Kan brilla al Grand Prix Nazionale di Chieti

E' di 5 medaglie il bilancio della società locale a Chieti. Oro per Barletta, argento per De Rosa e Restante che ha vinto anche un bronzo. Terzo posto finale anche per Scano

181

Grande prova degli atleti della Meiji Kan che tornano con 5 medaglie dal “Grand Prix Nazionale” di karate tenutosi lo scorso week end a Chieti. Alla gara, organizzata dalla FIK e valevole per l’acquisizione dei punti-gara per la Nazionale italiana di karate, erano iscritte oltre 900 cinture nere/marroni da quasi 100 società, provenienti da tutta la penisola. Ben fatta l’organizzazione della manifestazione che si è svolta su 6 aree di gara nel bellissimo PalaTricalle del capoluogo abruzzese; sabato erano di scena le prove di kata (forme) mentre la domenica è stata la volta della specialità kumite (combattimenti). Data la grande quantità di atleti iscritti e l’elevato livello tecnico in tutte le categorie conquistare un podio è oramai diventato una impresa quasi epica per ogni atleta. Presente, anche in questa manifestazione, la squadra agonistica della MEIJI KAN di Civitavecchia che, ha saputo ancora una volta conquistare ben 5 medaglie nazionali.
“Benchè partiti a ranghi ridotti – dichiara il coach Virginia Pucci – dato che avevamo ben 5 atleti infortunati o con la febbre, abbiamo saputo onorare la “tradizione” sportiva della nostra società conquistando 5 medaglie importanti”.
Il campione Alessandro Barletta vinceva con la consueta classe la difficile categoria kata seniores imponendosi in finale con una splendida esecuzione del suo “nuovo” kata, Anan Dai. A completare il grande successo della palestra di Via Mediana, è stato però il secondo posto del suo compagno di società Lorenzo De Rosa che, con grande sorpresa di tutti i presenti, ha conquistato la piazza d’onore.
“Lorenzo ha fatto una gara tecnicamente ineccepibile – conclude Virginia Pucci – eliminando, tra gli altri, il vice Campione del mondo IKU della specialità; bisogna inoltre considerare che Lorenzo è giovanissimo (17 anni) e che, per il primo anno, milita nella classe Assoluti (18/40 anni) e che pochi, si aspettavano un risultato cosi importane all’esordio tra i Seniores”.
Bella prova anche della giovane Elisa Restante, una atleta completa che riesce a primeggiare sia nella specialità del combattimento sia nella prova delle forme; Elisa ha conquistato a Chieti un ottimo Argento nella classe Esordienti (12/13 anni ) nel kata ed è giunta 3° nella specialità del combattimento 45 kg. Da segnalare inoltre la bella medaglia di bronzo di Giulia Scano nel combattimento Cadette (14/15 anni); per Giulia un po’ di rammarico perché, questa volta , ha fallito la medaglia d’oro per una inezia e, se avesse “colto” questa occasione avrebbe messo una seria “ipoteca” sulla maglia azzurra e la sua partecipazione ai Campionati Europei della IKU che si terranno ad Ottobre ad Oradea, splendida città storica della Romania.