Investimento al benzinaio, in libertà il giovane arrestato

Intanto il suo legale, l'avvocato Matteo Mormino, fornisce una diversa versione dei fatti

E’ di nuovo in libertà il giovane arrestato martedì scorso e accusato di tentato omicidio per aver investito il suo ”antagonista” al termine di una lite. Il ventitreenne ha usufruito della decisione del gip Francesco Filocamo che, pur convalidando l’arresto, ha revocato la misura cautelare dei domiciliari. Intanto però il suo legale, l’avvocato Matteo Mormino, fornisce un’altra versione rispetto a quella emersa dopo l’arresto. Secondo il legale il giovane sarebbe stato picchiato da due ragazzi durante la lite. Per sfuggire ai loro colpi il ventitreenne sarebbe salito nella sua Bmw per andarsene, quando i due gli si sono avventati contro l’auto colpendola con manate e calci. Uno dei due poi si sarebbe ”arrampicato” sul paraurti anteriore nel tentativo di fermarlo, ma il ragazzo non avrebbe fermato la sua corsa.