Inizia l’era Tedesco, debutta l’amministrazione di centrodestra

Primo consiglio comunale dell'era Tedesco. All'ordine del giorno anche il primo vero atto amministrativo importante, l’approvazione del regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento. Curiosità anche per la presentazione dei nuovi assessori, i quali dovrebbero firmare in mattinata. Due consiglieri comunali già in bilico

Si terrà oggi pomeriggio a partire dalle 17 il consiglio comunale, il primo dell’era Tedesco, l’avvocato penalista è il neo sindaco e farà il giuramento in aula Pucci. Sono davvero tanti i motivi di interesse. Ci sarà dapprima l’insediamento dei nuovi consiglieri comunali, con l’esame delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità degli eletti. E qui i fari saranno proiettati sul leghista Alessandro D’Amico, la cui elezione è sub-judice, per una causa di lavoro con il Comune ancora in corso (in attesa della Cassazione). Poi spazio all’elezione del presidente del consiglio comunale, la forzista Emanuela Mari, la più votata alle ultime elezioni. Infine all’ordine del giorno anche il primo vero atto amministrativo importante, l’approvazione del regolamento relativo alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento. Curiosità anche per la presentazione dei nuovi assessori, i quali dovrebbero firmare in mattinata. Per ciò che riguarda gli incarichi più rilevanti è praticamente tutto stabilito. Alla Lega spettano tre competenze, i servizi sociali a Alessandra Riccetti, terzo settore e istruzione a Claudia Pescatori e infine il bilancio alla “Miss X” dal profilo tecnico. Forza Italia, oltre alla Mari, potrà schierare il consigliere comunale Sandro De Paolis all’urbanistica e il coordinatore locale del partito azzurro Roberto D’Ottavio ai lavori pubblici. L’ultima nomina da assessore rimasta è quella dell’avvocato Manuel Magliani, espressione della Lista Tedesco, che si occuperà di ambiente. Inoltre circola voce di imminenti dimissioni del consigliere comunale di Fratelli d’Italia Francesco Serpa. (in ottica di possibili prossimi incarichi esterni al Pincio). Al suo posto entrerebbe Roberta Morbidelli.