Ingressi contingentati al Pirgo, i Giovani democratici contrari all’ordinanza di Tedesco

"Il Pirgo è oggetto di transito della maggior parte dei nostri concittadini, tra cui famiglie e bambini piccoli. Deviare il loro passaggio per il trafficato Viale ella Vittoria rappresenterebbe un rischio importante ed annullerebbe il piacere, dopo questi ultimi lunghi mesi, di una serena e tranquilla passeggiata estiva"

375

“Presentiamo la nostra contrarietà nei confronti dell’ordinanza firmata dal sindaco Ernesto Tedesco nella giornata di ieri in merito alla questione Pirgo. Chiudere il tratto di area pedonale compresa tra via Guglielmotti e la Rampa dei Saraceni non rappresenta la soluzione ad uno dei più grandi problemi che la nostra città deve affrontare alle porte della stagione estiva. Il gioco del non fare, lasciando tutto in sospeso non porta risultati positivi. Per evitare assembramenti basterebbe un maggior controllo da parte delle autorità competenti sulla zona interessata unito ad un forte senso di responsabilità civile da parte di commercianti e cittadini. L’area è certamente tra le più belle della nostra città e chiuderla, rendendola accessibile solamente a coloro che consumeranno nei locali interessati, rappresenterebbe, in questo periodo dell’anno, una grave perdita ed affronto ai danni dei cittadini diligenti e rispettosi delle norme di sicurezza. Inoltre dalle ore 19:00 alle ore 2:00, il Pirgo è oggetto di transito della maggior parte dei nostri concittadini, tra cui famiglie e bambini piccoli. Deviare il loro passaggio per il trafficato Viale ella Vittoria rappresenterebbe un rischio importante ed annullerebbe il piacere, dopo questi ultimi lunghi mesi, di una serena e tranquilla passeggiata estiva”. Lo dichiara Matteo Vecchi, Segretario Giovani Democratici di Civitavecchia.