Immondizia in arrivo, il sorrisetto della Raggi e lo scaricabarile

Quando dai palazzi romani di comando c'è un problema da scaricare a qualcuno, Civitavecchia è come Hamilton in Formula uno: sempre in pole position

239

Ci mancava solo questa. Una realtà che convive da tempo con le “sgasate” fumanti delle navi che attraccano in Porto, con le sparate di fumo inquinante della centrale a carbone, adesso dovrà anche venire incontro alle mancanze amministrative di Roma ed accogliere vagonate di immondizia proveniente dalla Capitale. Ci troviamo però in buona compagnia, nel senso che stavolta siamo in un gruppetto ristretto di “fortunati” Comuni, vale a dire Roccasecca, Viterbo, Frosinone, Pomezia e Colleferro. L’imposizione targata Regione-Campidoglio è qualcosa di veramente insopportabile per un territorio già vessato da servitù e criticità varie. Senza dimenticare che negli ultimi anni sono state schivate altre “pallottole”, vedi termovalorizzatore al Centro Chimico e hot spot per immigrati prima alla Caserma De Carolis, poi addirittura all’interno del Porto crocieristico numero uno in Europa (roba da matti!). Del resto è risaputo, quando dai palazzi romani di comando c’è un problema da scaricare a qualcuno, Civitavecchia è come Hamilton in Formula uno: sempre in pole position. Che la sindaca di Roma Virginia Raggi poi non stia passando un momento di grande lucidità, lo si è capito anche dal sorrisetto beffardo in modalità Joker con il quale ha accompagnato il post che annunciava il trasferimento della “monnezza” di casa Roma, verso i Comuni sopra citati. I residenti di Civitavecchia, Roccasecca, Viterbo, Frosinone, Pomezia e Colleferro avranno sicuramente apprezzato…Una nota di demerito va rivolta anche alla Regione che non ha brillato per spirito di collaborazione nei confronti dei Comuni “immondiziati” e per nulla avvertiti dell’imminente sbarco dei rifiuti nella Provincia. Nonostante la presenza, ad esempio su Civitavecchia, di ben tre consiglieri regionali, due di maggioranza e uno di “opposizione”. Insomma, davvero una brutta pagina politica, dalla quale fare delle attente e concrete valutazioni in chiave futura.