Immondizia Capitale a Civitavecchia, anche Porrello boccia la Raggi: “Ordinanza inaccettabile”

Durissimo attacco del vice presidente del consiglio regionale in quota 5 stelle alla sindaca di Roma: "Ordinanza sbagliata nel metodo e nel merito. Bisogna smetterla di perdere tempo ed iniziare a programmare adeguatamente e realizzare i passi necessari per evitare il continuo scoppio di emergenze"

“Ho appreso della volontà della Sindaca della Città metropolitana di Roma Capitale Virginia Raggi di emanare un’ordinanza per conferire più rifiuti nella discarica di Civitavecchia a causa della chiusura dell’impianto di Colleferro. È una scelta che reputo sbagliata nel metodo, perché il ricorso allo strumento dell’ordinanza da parte dell’ente metropolitano per risolvere i problemi del Comune di Roma denota una mancanza di rispetto per i territori che in questi anni si sono fatti carico della situazione rifiuti della Capitale, e di merito perché trovo preoccupante che una chiusura di pochi giorni di un impianto possa causare un’emergenza tale. L’autorizzazione per l’impianto di Colleferro scadrà il 31 dicembre, e questo si sa da tempo, come sappiamo che la discarica di Civitavecchia non è in grado tecnicamente di accettare tutti i rifiuti che dovrebbero arrivare da Roma. Spero il Comune di Roma non si faccia trovare impreparato tra un mese, perché non è più accettabile che si appoggi sempre su Civitavecchia e sul suo comprensorio per risolvere i problemi e le inefficienze. Bisogna smetterla di perdere tempo ed iniziare a programmare adeguatamente e realizzare i passi necessari per evitare il continuo scoppio di emergenze”, lo dichiara il vice presidente del consiglio regionale Devid Porrello, del Movimento 5 stelle.