Il Pincio cerca una quota rosa in Csp, i lavoratori manifestano sotto al Comune

Bando per la ricerca del terzo membro in azienda. Intanto i lavoratori si ritrovano sotto al Comune

E’ stato pubblicato nella sezione AVVISI PUBBLICI del sito istituzionale l’avviso pubblico relativo alla nomina di un membro dell’Organo di Controllo della società in house Civitavecchia Servizi Pubblici, volto a garantire la parità di genere. All’interno del bando, sono elencati i requisiti richiesti e le modalità di presentazione della candidatura. La scadenza è fissata alle ore 12 del prossimo 24 maggio.

I sindacati. Questa mattina si è svolto un presidio sotto il Comune, dove i lavoratori delle diverse categorie della società partecipata Csp in sciopero, hanno partecipato alla manifestazione indetta da Cgil, Uil, Ugl e USB. “I lavoratori si sono riuniti sotto piazzale del Pincio dove c’erano anche altri lavoratori del settore porto e di Enel che hanno voluto portare la loro solidarietà, assieme ad alcuni consiglieri comunali di minoranza. Una delegazione delle OO.SS. promotrici sono state ricevute dal Sindaco e hanno rappresentato le richieste avanzate dai lavoratori. Le rivendicazioni, per le quali è stato chiesto l’impegno alla riattivazione di un tavolo unitario con tutte le categorie coinvolte, riguardano prima di tutto le linee di indirizzo del Socio Unico. Portare a compimento il piano di ricapitalizzazione, per non deteriorare il contenuto ripianamento del debito, ridiscutere il piano di ristrutturazione per garantire il mantenimento di tutti i servizi pubblici in capo alla Csp, la rivisitazione dei contratti di servizio, a partire da quelli sottostimati che mettono in sofferenza l’efficienza del servizio e i lavoratori. Il Sindaco, accogliendo tutte le richieste avanzate dalla delegazione, si è impegnato a convocare un tavolo di concertazione con tutte le categorie e i confederali, alla presenza anche del CDA aziendale, già dai primi di Giugno. Gli argomenti da trattare saranno certamente molti e molte sono le proposte concrete che i Sindacati presenteranno al Comune e alla Csp, anche per misurare sul campo la determinatezza degli impegni assunti oggi”. CGIL UIL UGL USB.

Il Movimento 5 stelle. “Oggi come consiglieri del M5s abbiamo voluto esprimere la nostra solidarietà ai lavoratori di CSP giustamente preoccupati per il proprio lavoro e di conseguenza per le proprie famiglie. Le anomalie che noi denunciamo da due anni finalmente vengono percepite anche da altri. Revocano il nostro bando per assumere stabilmente i lavoratori della differenziata perché non necessari e poi annunciano imminenti assunzioni attraverso le agenzie che offrono lavoratori interinali, che come ormai noto costano di più. Approvano una delibera in Consiglio per ricapitalizzare la società per salvarla, come dicono loro, e poi ci ripensano dichiarando in consiglio che è troppo rischioso perché con il fallimento si potrebbero perdere i beni utilizzati. Una confusione tale da rendere chiaro il fatto che o si nasconde un piano machiavellico o c’è solo tanta incompetenza e nessuna attenzione, né per la società che porta avanti tutti i servizi pubblici della nostra città, né per i suoi lavoratori. C’è bisogno d’impegno e tanta buona volontà, due elementi che purtroppo da un paio d’anni latitano dalle parti del Pincio”.