Il Movimento Civico scrive ai Dirigenti scolastici di Tarquinia

"Saranno effettuati, su tutti i componenti del tessuto scolastico i cosiddetti "tamponi veloci", con cadenze calendarizzate? "

“Egregi Dirigenti scolastici del Comune di Tarquinia,
questo nuovo anno scolastico, iniziato purtroppo con tutte le difficoltà del caso senza dimenticare quello appena trascorso, non facile poiché legato alla pandemia dovuta al Covid-19, ha messo tutti noi di fronte ad una situazione imprevista e alla quale certamente non eravamo preparati.
In questo caos generale, tutto il personale scolastico ha sicuramente unito le proprie forze in maniera tale da affrontare e darsi un’organizzazione logistica in merito alla grave situazione in atto e raggiungere inoltre nel migliore dei modi i traguardi che si erano prefissati.
Adesso però è assolutamente importante fare il punto della situazione affinché tutti, ripeto tutti, possiamo costruire insieme un nuovo percorso in completa sicurezza, all’insegna della serenità e, soprattutto, nella consapevolezza, della condivisione e della corresponsabilità.
E’ fondamentale che Asl, scuola e famiglia uniscano le proprie forze e percorrano il cammino uniti più che mai e questo nell’intento comune di affrontare questa nuova sfida nel modo migliore.
Il 25 p.v. abbiamo saputo che, giustamente, riapriranno le scuole nella nostra città!
Siamo, però, a chiedere come riapriranno? E soprattutto se saranno effettuati, su tutti i componenti del tessuto scolastico (docenti, dirigenti e alunni), i cosiddetti “tamponi veloci”, con cadenze calendarizzate, per cercare di poter fare e fornire un tracciamento più efficiente e tempestivo e tutto ciò con il fine unico di bloccare, con una tempistica più veloce ed opportuna, e per limitare al massimo il diffondersi del virus.”
A dichiararlo il Movimento Civico per Tarquinia