Il M5stelle sui rapporti fra Tidei e Sinistra democratica: “E’ un teatrino d’avanguardia”

L'attacco dei pentastellati al sindaco di Santa Marinella e al suo "cerchio magico"

75

Sulla situazione politica nella Giunta Tidei dopo lo strappo, poi parzialmente rientrato con Sinistra democratica prende posizione il gruppo consigliare del Movimento 5 stelle. “La crisi aperta da Sinistra Democratica non si è ancora chiusa fra le dichiarazioni e le smentite dei suoi rappresentati e del Sindaco Tidei. Si cerca una mediazione, si sperimentano degli equilibrismi, ma si tralascia il vero nocciolo della questione, emerso dalle parole dell’assessore Barbazza ed anche dalle dichiarazioni del portavoce di Sinistra Democratica, che denunciano chiaramente nell’operato della maggioranza la presenza di un cerchio magico, con spazi aperti a derive affaristiche e conflitti di interesse. Per smorzare i toni, si sta invece dando enfasi all’aspetto politico ed ideologico della vicenda facendo ruotare tutto sulla necessità di ridimensionare, se non annullare, la presenza della destra nella coalizione, ritirando le deleghe assegnate ad esponenti di Bacheca e la questione dei project financing ritenuta una fuga in avanti non ancora approfondita e condivisa. L’equazione politica con cui Tidei ha costruito la sua poltrona di Sindaco è stata quella di creare una maggioranza di centro-sinistra allargata, a suo dire, alle forze progressiste e moderate.

Uno dei post segnalati dai 5 stelle

Post incriminati. “Poi quanto ci imbattiamo in alcuni post che qui riportiamo e che erano di pubblico dominio, in quanto accessibili sui social a chiunque, e vediamo un altro Consigliere di questa maggioranza che solo due anni fa aveva (?) frequentazioni con Avanguardia Nazionale, allora noi chiediamo al Capogruppo PD, Pierluigi D’Emilio, se i valori del PD vanno a braccetto con lo squadrismo neofascista e come egli possa considerare il suo gruppo di sinistra se all’interno vi sono figure che hanno tali simpatie. Tanto più nutriamo alcune perplessità su come Sinistra Democratica possa aver accettato all’inizio e pensi di continuare ancora ora a condividere un percorso politico con un centro-sinistra che, più che allargato, noi definiremmo inquinato da forze tutt’altro che progressiste e moderate, in quanto inneggianti ad un’organizzazione golpista e fascista sciolta per effetto della legge Scelba. Di fronte a questa situazione noi ci chiediamo infine quanto ancora i cittadini di Santa Marinella dovranno sopportare questo inutile teatrino della politica in cui va in scena il solito copione di personaggi che tutti conoscono, di cui tutti sanno tutto ma che vanno bene pur di consentire al Sindaco Tidei ed al suo cerchio magico di portare avanti i suoi programmi non condivisi dalla comunità”.