“Il dialogo politico con gli amici di Forza Italia non si è mai interrotto e prosegue”

"Prima ancora delle alchimie elettorali, ci sono idee e valori profondi ed un comune sentire che ci accomunano e ci consentono di lavorare insieme per amministrare e governare", afferma Paolo Iarlori, coordinatore di Fratelli di Civitavecchia

“Il centrodestra, a differenza di altre aggregazioni meramente elettorali che nascono e muoiono repentinamente in altri schieramenti politici, non è e non sarà mai un mero cartello elettorale: gli elettori che si riconoscono nel centrodestra sono uniti da valori ed ideali comuni, da una visione del mondo e della vita, sono un popolo che si ritrova nei momenti delle scelte decisive ogni volta e ad ogni appuntamento, da oltre venti anni.

È per questo che, in occasione del ballottaggio per la scelta del sindaco di Civitavecchia, il centrodestra che già governa la Regione Lazio e la Nazione, non potrà non fare fronte comune e ritrovare le ragioni dell’unità anche a Civitavecchia e del centrodestra è parte integrante da sempre anche Forza Italia, al di là dei formali apparentamenti. Siamo centrodestra e continueremo ad esserlo: per queste ragioni il dialogo politico con gli amici di Forza Italia non si è mai interrotto e prosegue, perché, prima ancora delle alchimie elettorali, ci sono idee e valori profondi ed un comune sentire che ci accomunano e ci consentono di lavorare insieme per amministrare e governare con capacità, coerenza e chiarezza, a differenza di altri che sono capaci di unirsi sempre e soltanto contro qualcuno o qualcosa è mai per costruire.

Il centrodestra è da sempre forza propositiva che trova le ragioni di stare insieme in un progetto politico che è forte perché fondato su una comune identità politica e culturale. Il centrodestra unito potrà dare a Civitavecchia una amministrazione forte e capace di costruire con Massimiliano Grasso il futuro che la nostra città merita, proprio come sta facendo con Rocca alla guida della Regione Lazio e con Giorgia Meloni al governo della Nazione”. Paolo Iarlori, coordinatore di Fratelli di Civitavecchia.