Il 24 e 25 maggio Valiante a Corso Centocelle, D’Antò: “Ringrazio ArteInsieme per la collaborazione”

"Ancora una volta grazie alla preziosa collaborazione con il valido mondo dell'associazionismo locale Civitavecchia dà spazio a significative esperienze culturali, che arricchiscono la nostra città", afferma l'assessore alla cultura Enzo D'Antò

Il 24 e 25 maggio l’artista di strada Vittorio Valiante impreziosirà Corso Centocelle con una sua opera. Partito da Napoli ha avuto commesse nelle più importanti città del mondo. Tra poco sarà nella bellissima città d’incanto, Civitavecchia, grazie ad ArteInsieme ed al Comune. “Ancora una volta grazie alla preziosa collaborazione con il valido mondo dell’associazionismo locale Civitavecchia dà spazio a significative esperienze culturali, che arricchiscono la nostra città”, afferma l’assessore alla cultura Enzo D’Antò.

L’artista. Vittorio Valiante, napoletano classe 91,dopo il diploma al liceo d’arte ed un breve periodo all’accademia delle belle Arti di Napoli,prosegue da autodidatta il suo percorso artistico approfondendo in particolare la pittura della scuola napoletana di fine 800- inizi del 900. A partire dal 2012 ,grazie al suo talento e ad una notevole produzione di dipinti,riesce ad inserirsi in mercati e gallerie d’arte,fino ad arrivare a far parte di diverse collezioni private,alcune in Russia. Nel 2017 fonda insieme all’artista Davide Ciaramella il laboratorio di disegno e pittura “Picartlab” dove tiene corsi di pittura ad olio. Nel 2018 inizia a praticare l’arte di strada, quella del Madonnaro, raffigurando volti ricchi di umanità. Dalla strada nasce una grande visibilità che lo porta a ricevere numerose commissioni e a stringere nuovi rapporti che lo rendono partecipe di diverse iniziative, soprattutto per la riqualificazione del territorio napoletano Vittorio realizza un’opera in via Duomo, altezza rione Forcella e poi partecipa al progetto di rigenerazione urbana di FOQUS, Fondazione Quartieri Spagnoli, nell’ambito di ST.AR.T, il non-convegno sulla creatività urbana tenutosi a Napoli nel febbraio del 2019,realizzando un murale sulla parete dell’ex Palazzetto Urban a via Concezione a Montecalvario che raffigura la Tarantina Taran, ultimo femminiello rimasto e icona di forza e di coraggio. Questa forte immagine , rappresentativa dei quartieri spagnoli è stata recentemente oggetto di sfregio,questione di cui si è molto discusso a livello di mass media. Nuovi contatti all’estero, in particolare con importanti realtà che si occupano di promuovere l’arte di strada negli Stati Uniti lo portano nell’aprile 2019 a partecipare al Sarasota International chalk Festival in Florida (USA),la sua ultima performance alla Scuola Italiana di Comix come ospite in occasione del Napolicomicon 2019.