Hockey in line femminile, delusione Sniperine: eliminate in semifinale scudetto

Non si può riassumere che con altre parole il brusco stop che è arrivato al percorso fin qui trionfale delle Sniperine CRT che dopo aver chiuso la regular season da padrone incontrastate, escono in semifinale scudetto dopo un doppio ko interno (1-0 e 2-0) contro il Milano Quanta

Una delusione enorme. Non si può riassumere che con altre parole il brusco stop che è arrivato al percorso fin qui trionfale delle Sniperine CRT che dopo aver chiuso la regular season da padrone incontrastate, escono in semifinale scudetto dopo un doppio ko interno (1-0 e 2-0) contro il Milano Quanta che lascia un sapore amarissimo in bocca.
Le ragazze allenate da coach Gavazzi infatti avevano sconfitto fuori casa il forte Milano, rinforzato dalla star Rebecca Roccella, e dovevano vincere almeno una delle due gare in casa in programma per chiudere la serie.
Invece al sabato sera capitan Novelli e compagne, seppur dominando in alcuni tratti la partita, non sono riuscite a bucare la portiera avversaria per poi capitolare con un gol rocambolesco a 7′ dalla fine.
In gara 3, complice l’infortunio patito da bomber Raia in gara 2, il match ha un’altra storia, con il Milano bravo a sfruttare la prima vera occasione della partita e poi a difendersi con ordine chiudendo gli spazi alle civitavecchiesi. Nel finale, la rete del 2-0 che consegna anche la seconda gara, e la qualificazione alla finale, al Milano.
“E’ una delusione enorme e dal quale non sarà facile riprendersi – afferma un amareggiato presidente Riccardo Valentini – ed è un sentimento comune a tutti coloro che hanno fatto parte di questa intensa stagione di hockey femminile. Le ragazze hanno fatto un cammino splendido, hanno vinto la Coppa Italia, hanno dominato la regular season e avevano approcciato a questa serie play off con la giusta mentalità. Poi sabato sera qualcosa si è rotto: c’è stato un momento in cui abbiamo davvero bombardato le avversarie, creando azioni a grappolo, ma non siamo riusciti a segnare. Loro invece hanno trovato un gol rocambolesco, e da lì è iniziata un’altra storia con il Milano che ha preso coraggio e si è difeso con ordine e noi che non siamo riusciti a mantenere la necessaria lucidità per pareggiare.
E’ un doppio ko che fa malissimo ma nello sport bisogna accettare anche queste cocenti delusioni, oltre che le grandi vittorie. E’ un vero peccato ma ciò non scalfisce di un millimetro la stima che ho personalmente verso ognuna di queste ragazze che da anni portano con orgoglio il nome della Cv Skating in giro per l’Italia e che ci hanno consegnato diversi trofei, ultima la Coppa Italia di pochi mesi fa. Ci vorrà del tempo per digerire questo boccone amaro, poi partiremo con la stessa determinazione di sempre grazie ad un gruppo che è sempre stato unito e sta dimostrando di esserlo anche in questa dolorosa sconfitta”.
Le presenti: Eugenia Pompanin, Giulia Mollica, Veronica Novelli, Laura Giannini, Martina Mori, Mara e Michela Faravelli, Eleonora Raia, Letizia Barocci, Gloria Padovan, Martina Succi, Federica Ercolani, Louise Ciucci. Allenatrice: Martina Gavazzi.