Hockey in line, a Civitavecchia si assegnano gli scudetti giovanili italiani

L'11-12 maggio ed il 17-19 maggio 2024 si terranno infatti le finali nazionali giovanili, con la Cv Skating che si è aggiudicata il bando per l'organizzazione della massima kermesse giovanile italiana

Civitavecchia capitale dell’hockey in line italiano giovanile. L’11-12 maggio ed il 17-19 maggio 2024 si terranno infatti le finali nazionali giovanili, con la Cv Skating che si è aggiudicata il bando per l’organizzazione della massima kermesse giovanile italiana.
Nel primo weekend, si affronteranno le migliori quattro formazioni italiane delle categorie under 12 ed under 16; nel secondo weekend invece saranno in pista le migliori sei formazioni under 18 e le migliori quattro formazioni under 14. La Cv Skating sarà presente fra le migliori formazioni italiane giovanili con le squadre under 14, 16 e 18. L’evento ha il patrocinio del Comune di Civitavecchia.
“Per noi è un grande onore – afferma il presidente della Cv Skating Riccardo Valentini – oltre che un grande onere, ospitare le finali nazionali giovanili. Si tratta di un evento che da sempre raccoglie l’attenzione di tutto l’hockey in line italiano perchè solamente le migliori formazioni riescono ad arrivare fino a questo punto e quindi si possono vedere all’opera quelli che saranno i campioni del domani. Essere presenti con tre formazioni su quattro categorie è un motivo di orgoglio, così come è un orgoglio essere riusciti a vincere la concorrenza organizzativa di altre squadre blasonate grazie al nostro impianto e al lavoro di tutta la società Cv Skating.
La nostra capacità organizzativa è dimostrata da tutti gli eventi che abbiamo organizzato in questi anni ma cerchiamo sempre di migliorarci per far vivere ai nostri ospiti delle finali nazionali piacevoli, sia dal punto di vista sportivo che umano. Ringraziamo tutti gli sponsor che ci hanno sostenuto, senza i quali questi eventi non si possono organizzare, e tutti i volontari della Cv Skating, persone impagabili che dedicano il proprio tempo libero alla causa dello sport e dei ragazzi e che vanno profondamente ringraziati”.