Gruppo M5S: “Tanta solerzia di Tedesco sul consorzio dell’osservatorio ambientale e nessuna sui parchi cittadini”

"In questi giorni è di nuovo in discussione nella Commissione ambiente per ulteriori modifiche richieste dai consiglieri, cosa che a quanto pare ha fatto infuriare qualche sindaco del comprensorio che evidentemente non vede l'ora di avere a disposizione i 6 milioni in cassa"

“La maggioranza Tedesco è impegnata da oltre sei mesi nella discussione per il riavvio del Consorzio dell’Osservatorio ambientale, previsto da un accordo tra Enel e comune del 2003, da cui come M5S siamo usciti perché era un inutile “poltronificio” e non il vero osservatorio a tutela dell’ambiente previsto dal Ministero ed istituito dalla regione. La proposta di delibera con statuto e convenzione risale a maggio scorso e la sua approvazione è stata rinviata più volte dalla stessa maggioranza. In questi giorni è di nuovo in discussione nella Commissione ambiente per ulteriori modifiche richieste dai consiglieri, cosa che a quanto pare ha fatto infuriare qualche sindaco del comprensorio che evidentemente non vede l’ora di avere a disposizione i 6 milioni in cassa. Non possiamo non notare il grosso interesse politico per questo argomento che porterà a prossime poltrone nel consiglio di amministrazione e 6 milioni da dilapidare, mentre la stessa solerzia non la vediamo per l’attuazione delle prescrizioni VIA come i 3,5 milioni fatti risparmiare inspiegabilmente ad Enel sul Saraudi, il parco Spigarelli chiuso, il parco don Egidio Smacchia senza gestore e senza chiosco, le bici del bike sharing ferme in magazzino, tutte opere a vantaggio di tutta la città e non solo dei soliti pochi. Tra poco la centrale a carbone chiuderà e Civitavecchia dal 2003 aspetta ancora la realizzazione delle prescrizioni per l’apertura della stessa centrale. Chiediamo al sindaco Tedesco di dedicare meno energie ai poltronifici e maggiore impegno per le opere che la città aspetta da troppo tempo”. Il Gruppo consiliare M5Stelle.