“Gli studenti dell’istituto scolastico Alberghiero in visita al Senato”

“L’idea alla base – ha spiegato la Prof.ssa Rosa Torino, Referente per le Attività di Educazione civica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” – è stata quella di mettere al centro l’individuo da considerarsi non solo come “utente” passivo o, peggio ancora, spettatore di un mondo istituzionale percepito come estraneo o distante"

Riceviamo e pubblichiamo. Partecipare al dibattito parlamentare del Senato della Repubblica: una possibilità straordinaria che per alcuni allievi dell’Istituto Alberghiero di Ladispoli è divenuta realtà giovedì 11 aprile, al termine di un percorso interdisciplinare di Educazione Civica e Orientamento formativo dedicato al tema delle Istituzioni. Un itinerario iniziato con la “Scuola” e con il concetto di “rappresentanza studentesca” e proseguito fino ad arrivare alla Camera e al Senato della Repubblica. “L’idea alla base – ha spiegato la Prof.ssa Rosa Torino, Referente per le Attività di Educazione civica dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio” – è stata quella di mettere al centro l’individuo da considerarsi non solo come “utente” passivo o, peggio ancora, spettatore di un mondo istituzionale percepito come estraneo o distante, ma piuttosto come soggetto attore e promotore di cambiamento, che può contribuire al miglioramento dei contesti in cui opera, dal più vicino e familiare spazio scolastico a quello del Comune in cui vive, fino ad arrivare alle Istituzioni nazionali o europee (una rappresentanza della Consulta provinciale studentesca si è recata anche in visita alla sede del Parlamento UE di Bruxelles)”.

E giovedì 11 aprile, a coronamento di questo percorso, le Classi IV KA e IV KB, accompagnate dai docenti Concetta Allocco, Sara Monte, Pasquale Ricci, Maria Pia Tito e Federica Sbrana, si sono recate a Palazzo Madama per assistere allo svolgimento di una seduta parlamentare. Entrati dall’ingresso di Piazza della Costituente, gli allievi sono stati accolti nel Cortile d’Onore per poi raggiungere, al secondo piano, le tribune dell’Aula dove era in corso il dibattito per la risposta alle Interpellanze presentate dai senatori: fra le altre, l’Interrogazione con carattere d’urgenza sulle celebrazioni del centenario della morte di Giacomo Matteotti (relatore il Sen. Francesco Verducci), l’Interrogazione sulla possibilità di percepire l’assegno unico per i figli a carico per le donne ospitate presso i Centri antiviolenza (relatrice la Sen. Raffaella Faita) e quella sulla richiesta di registrazione europea dell’indicazione geografica “Cuba” per il Rum presentata dal Governo di Cuba all’UE nel 2021 (relatore il Sen. Giorgio Maria Bergesio). In Aula era presente anche il Ministro Andrea Abodi (Sport e Giovani).

“Saluto i Docenti e gli studenti dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio”: con queste parole il Presidente della Seduta ha accolto gli allievi del “Di Vittorio”, poco dopo il loro ingresso in Aula. Un’esperienza straordinaria che si è conclusa con il dono fatto agli studenti, prima del loro rientro a Ladispoli, di una copia anastatica della Costituzione firmata da Enrico De Nicola a Palazzo Giustiniani il 27 dicembre del 1947, con le controfirme del Presidente dell’Assemblea Costituente Umberto Terracini e del Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi. Il Senato della Repubblica è da sempre aperto al dialogo con le Scuole: oltre a proporre forme tradizionali di contatto e rapporto con gli studenti e il mondo della scuola attraverso visite guidate e partecipazione alle sedute, da alcuni anni ha anche attivato diversi altri strumenti e modalità di interazione: primo fra questi il “Senato Ragazzi” (Senato Ragazzi), una piattaforma dedicata ai progetti, ai concorsi e alle moltissime iniziative formative finalizzate ad avvicinare i giovani alle Istituzioni e ai valori costituzionali. Un’occasione che gli studenti del “Di Vittorio” non hanno voluto perdere e che si sono riproposti di ripetere al più presto.