Geyser a Fiumicino, Montino: “Danno causato da una ditta che stava lavorando sotto il viadotto”

"Una ditta dell'Anas che stava facendo dei sondaggi sotto il viadotto – spiega – nel tratto tra via Montgolfier e l'aeroporto, proprio per capire se il ponte va consolidato o demolito e ricostruito, evidentemente è arrivata a una profondità di oltre 30 metri causando la fuoriuscita del gas. Questo gas di tipo vulcanico erompe con una spinta molto forte, di circa 5-6 metri di altezza, in questo caso lambendo il viadotto dell'aeroporto. L'intervento di chiusura del geyser è stato fatto questa mattina da Anas e ora piano piano si tornerà alla normalità e alla prosecuzione dei sondaggi"

“Ho fatto un sopralluogo questa mattina insieme all’assessore ai Lavori pubblici Caroccia e alla Comandante della Polizia locale Franchini presso il geyser che si è formato ieri sera sotto il viadotto dell’aeroporto”. Lo dichiara il sindaco di Fiumicino Esterino Montino.

“Una ditta dell’Anas che stava facendo dei sondaggi sotto il viadotto – spiega – nel tratto tra via Montgolfier e l’aeroporto, proprio per capire se il ponte va consolidato o demolito e ricostruito, evidentemente è arrivata a una profondità di oltre 30 metri causando la fuoriuscita del gas. Sappiamo che in queste aree all’altezza di 30-35 metri di profondità ci sono sacche di gas. Sono già fuoriuscite durante i sondaggi per il nuovo porto commerciale e sulla rotonda di Coccia di Morto, con i sondaggi di Italgas. Questo gas di tipo vulcanico erompe con una spinta molto forte, di circa 5-6 metri di altezza, in questo caso lambendo il viadotto dell’aeroporto. L’intervento di chiusura del geyser è stato fatto questa mattina da Anas e ora piano piano si tornerà alla normalità e alla prosecuzione dei sondaggi”.

“Per fortuna – aggiunge Montino – che avevamo previsto l’intervento sul viadotto con la predisposizione di una viabilità alternativa che unisse Ostia e Isola sacra con l’aeroporto. Dal viadotto si scende su via Montgolfier, si percorre un tratto del corridoio C5 messo in funzione insieme alla Città Metropolitana e poi si prosegue verso l’aeroporto. In queste ore si sta lavorando anche alla rotatoria sulla Portuense e alla ciclabile che unirà quella su via Portuense a quella su via Lago di Traiano. Diamo in questo modo una risposta concreta alle inevitabili problematiche di traffico che comportano questi interventi, sperando che i lavori di Anas inizino e si concludano presto”.