Futuro TVN: il forfait di Di Maio e la suggestione idrogeno

"La Commissione Europea ha fissato il 2050 come data limite per il raggiungimento della neutralità energetica, un obiettivo comune da raggiungere con una strategia ed un cronoprogramma preciso", dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale

138

La delusione per il mancato arrivo a Civitavecchia di Luigi Di Maio, Ministro degli Esteri e frontman grillino, è ancora viva nell’ambiente pentastellato. Anche se, a livello locale, c’è chi si accontenta della telefonata e di una promessa a distanza. Quale? Quella che impegna il Ministro a cavalcare l’onda dell’idrogeno, come da progetto proposta dal Comitato Sole. “Ne ho parlato con Antonio (Cozzolino, ndc), possiamo fare tante cose con l’idrogeno e i soldi del Recovery Fund. Verrò a trovarvi dopo il voto per il referendum”, ha commentato Di Maio. Fari puntati sulla riconversione della Centrale a carbone, per la quale la truppa 5 stelle locale si oppone alla fase di transizione a gas. ma anche sul Porto. Intanto sul tema torna ad intervenire il consigliere regionale del M5stelle Devid Porrello. “La Commissione Europea ha fissato il 2050 come data limite per il raggiungimento della neutralità energetica, un obiettivo comune da raggiungere con una strategia ed un cronoprogramma preciso. A tale scopo la Commissione ha dato vita alla ‘Alleanza Europea per l’Idrogeno Pulito’, che riunisce istituzioni nazionali e regionali, esponenti della società civile, rappresentanti della Banca Europea per gli investimenti e attori dell’economia dell’idrogeno. Nelle stime dell’Alleanza ci sono 430 miliardi di investimenti da realizzare nei prossimi anni, risorse che produrranno un ritorno in termini di occupazione ed un rilancio globale dell’economia. Visto che il Lazio ha le risorse, le competenze e la necessità di intraprendere nel migliore dei modi la riconversione del proprio modello energetico e che ci sono sul territorio realtà, come la centrale di Torrevaldaliga, che dovranno obbligatoriamente abbandonare le attuali tecnologie, ho depositato una mozione per chiedere alla Giunta di unirsi a questa Alleanza, un’occasione unica ed una via privilegiata per gli investimenti comunitari. La mozione ha subito trovato l’appoggio di esponenti della maggioranza che hanno compreso l’urgenza di non far perdere questo treno al Lazio, dando un segnale alla Giunta, come in occasione della approvazione la scorsa settimana della mia mozione per una cabina di regia unitaria del ciclo dell’idrogeno. Di questa e di altre prospettive del futuro dell’idrogeno nel Lazio parleremo domani nel webinar ospitato sulla mia pagina Facebook dalle 16:30, un incontro con docenti, esperti e imprenditori per tracciare azioni comuni a favore del cambiamento verso un modello energetico sostenibile.
Lo dichiara Devid Porrello, Consigliere M5S Lazio e Vicepresidente del Consiglio Regionale.