Fumata bianca sottosegretari: niente da fare per Cozzolino e Nogarin. Grande resta agli Esteri

Niente da fare per l'ex sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, "caldeggiato" dal Capo politico Luigi Di Maio, così come a bocca asciutta è rimasto l'ex primo cittadino di Livorno Filippo Nogarin. La parlamentare Marta Grande rimarrà a capo della presidenza della Commissione Esteri, ma la deputata 5 stelle avrebbe comunque "spinto" per la presenza di Giancarlo Cancelleri al Mit

283

Dopo un fiume di trattative, con il banco che rischiava di saltare, alla fine Movimento 5 stelle e Pd hanno trovato la quadra sulla distribuzione degli incarichi di vice ministro e sottosegretario. Nello specifico 21 i sottosegretari M5s, 18 i Dem, 2 i rappresentanti di Leu, 1 del Maie. Niente da fare per l’ex sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, “caldeggiato” dal Capo politico Luigi Di Maio, così come a bocca asciutta è rimasto l’ex primo cittadino di Livorno Filippo Nogarin. Lui si dato quasi in pole per occupare una poltrona importante. Come era chiaro già da giorni anche la parlamentare Marta Grande è rimasta fuori dalle dinamiche di quest’ultima settimana, rimarrà a capo della presidenza della Commissione Esteri, ma la deputata 5 stelle avrebbe comunque “spinto” per la presenza di Giancarlo Cancelleri al Mit.

Sponsorizzato da