Fondazione Cariciv, Sarracco: “Sull’azione legale agli ex amministratori decide l’Organo di indirizzo”

"Penso che la vicenda vada trattata con grande attenzione, le responsabilità, fra le persone che sono state raggiunte dalla lettera di diffida, non sono certo uguali per tutti", dichiara la presidentessa dell'ente di via del Risorgimento

La presidentessa della Fondazione Cariciv chiarisce la sua posizione sulla situazione legata alle diffide agli ex amministratori, comitato di investimento e revisori dei conti. In relazione alla truffa da 19 milioni di euro datata 2015: “Deciderà l’Organo di indirizzo se proseguire con l’azione legale o meno. Ne riparleremo nel mese di gennaio. Penso che la vicenda vada trattata con grande attenzione, le responsabilità, fra le persone che sono state raggiunte dalla lettera di diffida, non sono certo uguali per tutti. Bisognerà mettere sulla bilancia i diversi profili”. Martedì fra l’altro la Fondazione si è recata al Ministero dell’Economia e delle Finanze: “Il Ministero si è informato anche su questa questione – conferma il presidente Gabriella Sarracco – ma non ci ha imposto delle azioni specifiche da compiere. C’è però grande attenzione, su questo aspetto come su altri. L’incontro ad ogni modo è stato proficuo, abbiamo lavorato bene in questi mesi e la cooperazione continua. Evidentemente con il monitoraggio costante del Ministero”.