Fondazione Cariciv, oggi l’assemblea sul bilancio. Sarracco in bilico?

Un bilancio "lacrime e sangue" nonostante i tagli alle insopportabili spese superflue, come i gettoni di presenza da 400 euro o le cene "top class" da 70 euro a persona, tutto ovviamente a spese di "Pantalone", ovvero sia la Fondazione

217

Si terrà quest’oggi l’attesa assemblea per l’approvazione del bilancio della Fondazione Cariciv. Un esercizio finanziario che come al solito farà discutere, data la crisi che imperversa dalle parti di via del Risorgimento oramai da cinque anni, vale a dire da quando l’ente si diede la zappa sui piedi da solo facendosi turlupinare dal broker Danilo Larini. Quella truffa da 19 milioni di euro influenza ancora oggi la gestione finanziaria della Cariciv che sarà costretta, ancora una volta, a chiudere in disavanzo e a limitare al massimo le elargizioni sul territorio. Un bilancio “lacrime e sangue” nonostante i tagli alle insopportabili spese superflue, come i gettoni di presenza da 400 euro o le cene “top class” da 70 euro a persona, tutto ovviamente a spese di “Pantalone”, ovvero sia la Fondazione. Ora si cambia, ma qualcuno vorrebbe comunque sparigliare le carte in tavola, “ribaltando” gli attuali vertici, in primis la presidentessa Gabriella Sarracco che comunque ha avviato una fase di risanamento inevitabile. Alcuni soci e profili esterni però non vedono affatto di buon occhio l’operato suo e del Cda.