Fiumicino, Montino: “I dati che riguardano i contagi da coronavirus sono rimasti sostanzialmente stabili”

"Attualmente, il totale delle persone positive in città è pari a 277 - spiega il sindaco - di cui 118 uomini e 159 donne. Nelle ultime 48 ore si sono registrati 19 nuovi positivi e 17 guariti. Stabile l'età media pari a 41 anni, mentre sale la concentrazione tra Isola Sacra e Fiumicino che è del 69% con una forte prevalenza di Isola Sacra. Il rapporto con la popolazione totale è di 0.34"

129

“Nelle ultime 48 ore, in base al report inviato dalla ASL RM3, i dati che riguardano i contagi a Fiumicino sono rimasti sostanzialmente stabili”. Lo dichiara il sindaco Esterino Montino.

“Attualmente, il totale delle persone positive in città è pari a 277 – spiega il sindaco – di cui 118 uomini e 159 donne. Nelle ultime 48 ore si sono registrati 19 nuovi positivi e 17 guariti. Stabile l’età media pari a 41 anni, mentre sale la concentrazione tra Isola Sacra e Fiumicino che è del 69% con una forte prevalenza di Isola Sacra. Il rapporto con la popolazione totale è di 0.34”.

“Dobbiamo impegnarci tutte e tutti per fare scendere i numeri, specialmente dobbiamo stare molto attenti in questo periodo nel quale siamo abituati a passare molto tempo insieme, numerosi, nelle case di amici e parenti – ricorda Montino -. Questo, purtroppo, quest’anno non è possibile e rappresenta un grande pericolo per la diffusione del virus. Ricordo a ognuno di voi che fino a domani siamo in zona arancione e, quindi, non è possibile spostarsi tra comuni tranne che per comprovate ragioni di necessità o per lavoro. Dal 31 e fino al 3 gennaio e poi di nuovo il 5 e il 6 gennaio torneremo zona rossa durante la quale sarà possibile spostarsi solo in due persone con eventuali minori di 14 anni, persone con disabilità o non autosufficienti al seguito. Bar e ristoranti rimarranno chiusi in entrambi i periodi, tranne che per l’asporto e le consegne a domicilio, mentre in zona rossa saranno chiusi tutti i negozi a parte gli alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie, le lavanderie, i barbieri e i parrucchieri”.

“A noi tutti la responsabilità di rispettare le regole – conclude il sindaco -: indossare sempre la mascherina, mantenere il distanziamento, evitare assembramenti e igienizzare spesso le mani”.