Fiera del 1 maggio, 260 mila persone attese: boccata di ossigeno per il commercio

A presentare l’evento il sindaco Ernesto Tedesco, l’assessore al Commercio Dimitri Vitali e il presidente dell’associazione ProTarquinia Paolo Giorgi per l’organizzazione della mostra. Soddisfatta anche la Confcommercio Civitavecchia

Stamattina a Palazzo del Pincio, in Aula Calamatta, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della tradizionale “Mostra Mercato delle Macchine Agricole” che quest’anno, per la prima volta, sarà ospitata a Civitavecchia dal 29 aprile al 1° maggio. A presentare l’evento il sindaco Ernesto Tedesco, l’assessore al Commercio Dimitri Vitali e il presidente dell’associazione ProTarquinia Paolo Giorgi per l’organizzazione della mostra. “Normalmente, eventi di queste dimensioni hanno bisogno di tempo per essere organizzati” ha detto il sindaco Tedesco, “ma in questo caso abbiamo deciso di fare un’eccezione, vista l’importanza della mostra. Il territorio non poteva privarsi di un appuntamento così rilevante e Civitavecchia si farà trovare pronta”. L’assessore Vitali ha spiegato come l’Amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo la proposta di ospitare la mostra: “C’era pochissimo tempo, ma gli uffici, che voglio ringraziare pubblicamente, si sono attivati immediatamente facendo l’impossibile per pianificare, organizzare e rendere possibile la realizzazione di questo evento. È un’opportunità che definirei “storica”, data la dimensione nazionale dell’esposizione, che sarà allestita alla Marina”. Il presidente Giorgi ha chiarito i perché del trasferimento a Civitavecchia: “Purtroppo a Tarquinia non è stato possibile rispettare i tempi: la Prefettura di Viterbo, per rispondere alle direttive sanitarie anti-Covid, richiedeva una tempistica che ha reso impossibile l’organizzazione negli spazi della nostra città. Ci siamo trovati di fronte a due opzioni: mandare tutto a monte o trovare una location alternativa. Dopo due anni di stop per l’emergenza pandemica, un altro anno senza mostra avrebbe rappresentato la mazzata finale. Per fortuna Civitavecchia ha risposto presente. Non poter esporre a Tarquinia è stato un dolore, ma ringraziamo l’Amministrazione comunale di Civitavecchia per aver salvato la mostra”. “Accogliamo con soddisfazione la notizia dello spostamento da Tarquinia alla Marina di Civitavecchia della Fiera delle macchine agricole e del mercato.” É quanto dichiara in una nota il presidente di Confcommercio Civitavecchia, Graziano Luciani. Su questo risultato – prosegue Luciani – va dato atto all’Assessore al Commercio del comune di Civitavecchia, Dimitri Vitali di essersi speso affinché questo importante evento che porterà nella nostra città oltre 260 mila persone, con le relative ricadute economiche, si potesse realizzare.” “Ora- conclude il presidente di Confcommercio Civitavecchia – tocca a noi commercianti fare la nostra parte: invito quindi tutto il settore a restare aperto o a prolungare l’orario di apertura dei negozi il 30 aprile e il primo maggio, perché questa Fiera se ben sfruttata può rappresentare per il comparto una boccata d’ossigeno in un momento di grande difficoltà economica”.