Febbre da NFT: alla scoperta dei progetti più interessanti del momento

Nel campo delle nuove tecnologie, di pari passo all'operatività sulle criptovalute, sta assumendo dimensioni di una certa rilevanza la compravendita di NFT: i non fungible token

Le tensioni espresse dai mercati finanziari negli ultimi mesi stanno spingendo molti risparmiatori ad una ricerca sempre più spasmodica di temi alternativi di investimento al fine di diversificare con maggior efficacia l’asset allocation personale. Nel campo delle nuove tecnologie, di pari passo all’operatività sulle criptovalute, sta assumendo dimensioni di una certa rilevanza la compravendita di NFT: i non fungible token, nello specifico, sono gettoni crittografici non spendibili, rappresentanti il titolo di proprietà e il certificato di autenticità di un bene all’interno di una blockchain. Tali asset possono essere negoziati esclusivamente attraverso cryptocurrency e il processo di scambio necessita del supporto di un e-wallet che interagisca con uno specifico marketplace. Per riuscire capire quali siano i migliori nft online può essere utile consultare la guida messa a disposizione da Finaria.it, che illustra in modo dettagliato le caratteristiche di ciascuno di questi token. La loro quotazione non è strettamente collegata alle classiche leggi che regolano l’aggregazione di domanda e offerta, ma può dipendere dal valore soggettivo che si attribuisce al sottostante tokenizzato, come avviene per le opere d’arte. Il primo passo da compiere per iniziare ad investire in questo settore è rappresentato dalla selezione di un exchange su cui sia presente un marketplace per non fungible token: tra le varie proposte disponibili sul mercato è importante prestare attenzione alle commissioni applicate per la negoziazione; alcune società, infatti, richiedono una fee per l’operazione di vendita, ma non hanno costi per le transazioni in acquisto. Un altro aspetto non secondario riguarda la modalità di compravendita e la gamma di sottostanti: è conveniente, nello specifico, fruire di servizi che contemplino sia le aste virtuali sia l’attribuzione di prezzo fisso e che abbiano a catalogo anche NFT rari. Dopo questa fase propedeutica all’operatività si possono analizzare i progetti più interessanti attualmente sul mercato

NFT: i progetti sviluppati con la blockhain Ethereum. Nella nicchia del Metaverso Decentraland è un progetto –Mana è l’asset digitale di riferimento- che presenta molti punti di contatto con i token non fungibili: difatti all’interno della sua piattaforma, sviluppata con la blockchain di Ethereum, è possibile interagire con un mondo virtuale in cui gli utenti possono costruire oggetti di gioco. L’aspetto notevole di questo ecosistema è rappresentato dalla possibilità di monetizzare insieme alle land -gli appezzamenti di terreno del metaverso- anche gli items games realizzati. Illuvium è un altro gioco virtuale di ambientazione fantasy, costruito sfruttando la tecnologia di Ethereum. Gli NFT presenti sulla piattaforma sono gli Illuvials, personaggi immaginari che popolano questo mondo di fantasia, e possono essere scambiati in ETH.

NFT per i network di video streaming. Un altro progetto che appassiona non poco gli investitori è individuabile in Theta: si tratta di una tecnologia decentralizzata, creata con una blockchain proprietaria che si rivolge esclusivamente al video streaming. La piattaforma peer-to-peer mette in condivisione le risorse dei vari utenti e gli NFT collegati all’infrastruttura sono, ad esempio, le collezioni di tokenizzazioni dei creatori di contenuti. Appare chiaro come il mercato dei non fungible token sarà un tema dominante nel futuro prossimo, tuttavia non è affatto semplice, persino per gli addetti ai lavori, stimare la valorizzazione che tale segmento delle nuove tecnologie potrà raggiungere, in quanto sotto questo aspetto ogni singola opera rappresenta una vera incognita: per avere un’idea della portata di tale affermazione è sufficiente tener presente che, recentemente, un NFT della città di Roma è stato venduto nel Metaverso Ertha ad un prezzo di 120000 dollari.

Axie Infinity: il Metaverso secondo il modello play to earn. Axie Infinity è un videogame che offre moltissime possibilità di interazione con gli NFT: il mondo virtuale in cui si sviluppa il gioco è popolato da creature, denominate Axie che rappresentano i principali non fungible token. Gli utenti, in questo caso, non solo possono scambiare questi esseri, ma anche allevarli, facendoli evolvere, per aumentarne il valore: un tipo di monetizzazione sul modello play to earn.