Europei in Polonia, Lodadio d’argento. Il nuovo Juri Chechi: “Ora a cena con l’As Roma”

"Ringrazio l’Aeronautica Militare, la Ginnastica Civitavecchia del Presidente Pierluigi Miranda, il mio allenatore Gigi Rocchini, la cui presenza qui è un valore aggiunto, i miei genitori e la mia ragazza"

138

L’atleta dell’As Gin Civitavecchia Marco Lodadio nella finale degli anelli vince la medaglia d’argento agli Europei in Polonia, a Stettino, ottenendo lo stesso punteggio del primo, Denis Abliazin, ma, malgrado partisse con una difficoltà più alta (6.3 contro 6.1), finisce sulla piazza d’onore per il punteggio inferiore nell’esecuzione (8.666 rispetto all’8.866 del russo). Bronzo per l’armeno Vahagn Davtyan. Una medaglia europea nella maschile mancava dal 2015 . Arriva secondo solo per una differenza della nota di partenza. Il Presidente dell’As Gin Pierluigi Miranda non può che essere molto soddisfatto di questa trasferta. “Dopo il terzo posto iridato ho conosciuto Totti – ha dichiarato in zona mista – Adesso mi aspetto almeno una cena con tutta la Roma. Scherzi a parte sono molto contento per questo risultato che va ad incrementare il glorioso palmares della nostra Federazione, proprio nell’anno del 150° di fondazione. Ringrazio l’Aeronautica Militare, la Ginnastica Civitavecchia del Presidente Pierluigi Miranda, il mio allenatore Gigi Rocchini, la cui presenza qui è un valore aggiunto, i miei genitori e la mia ragazza. Sono orgoglioso di essermi aggiunto alla straordinaria sequenza dei Signori degli Anelli azzurri, da Jury Chechi in poi. Il mio risultato personale è stata la classica ciliegina sulla torta di una Nazionale maschile che sta tornando ai livelli del suo blasone. Con i miei compagni stiamo lavorando in gruppo alla rincorsa di un sogno che cercheremo di realizzare ai Mondiali di Stoccarda, nel prossimo autunno. Mi riferisco alla qualificazione a Tokyo 2020. Per ora ho collezionato un bronzo mondiale e un argento europeo, continuerò a lavorare per mettermi al collo l’oro”.