Effetto covid, povertà sempre ai massimi: “Tantissime richieste di sussidio e aiuti”

I dati che arrivano dai servizi sociali a Civitavecchia mettono in evidenza ancora tante criticità sul territorio

Una fotografia ancora drammatica, nonostante una parziale ripresa in estate. I dati che arrivano dai servizi sociali a Civitavecchia mettono in evidenza ancora tante criticità sul territorio. “L’emergenza non è cessata, si fatica a trovare un’occupazione e ci sono stati anche dei licenziamenti. Di recente abbiamo aperto lo sportello lavoro e i primi riscontri testimoniano delle dimensioni del problema. Si stanno presentando davvero tanti cittadini in cerca di un aiuto concreto. Da questo punto di vista sono speranzosa del fatto che riusciremo a dare risposte esaustive per i percorsi formativi, dedicati soprattutto a quelle professioni più operative, di attività legate alle azioni”, lo afferma l’assessore Cinzia Napoli in un’intervista a Il Messaggero. I nuclei famigliari seguiti stabilmente dall’assessorato dei servizi sociali sono 371, quelli nuovi, causati dalla crisi da coronavirus invece sono 369. Il Pincio ha elargito anche 56 contributi straordinari, 116 contributi ordinari per alloggi popolari, 38 quelli straordinari sempre per gli alloggi. I redditi di cittadinanza sono quasi 600, non considerando quelli gestiti dall’Inps.