Domenica l’ultima tappa del trofeo di nuoto Acli, verranno raccolti fondi per Manuel Bortuzzo

L'evento vedrà in gara oltre 400 atleti di tutte le età senza dimenticare la solidarietà verso Manuel Bortuzzo: come per la seconda data, anche questa volta parte delle quote d'iscrizione saranno raccolte in favore del nuotatore colpito da un proiettile

Domenica 14 aprile dalle ore 9 alle 19, si terrà presso il PalaEnel “Marco Galli” di Civitavecchia (Viale Lazio 19), la terza e ultima tappa dei trofei di nuoto organizzati dall’Unione Sportiva delle Acli di Roma e Provincia. L’evento vedrà in gara oltre 400 atleti di tutte le età, in una vera e propria full-immersion di nuoto, senza dimenticare la solidarietà verso Manuel Bortuzzo: come per la seconda data, anche questa volta parte delle quote d’iscrizione saranno raccolte in favore del nuotatore colpito da un proiettile.

A gareggiare per primi saranno i più giovani del “Trofeo Memorial Fabio Gori”, giunto quest’anno alla sua XIX edizione. Si tratta di circa 200 bambini fra i 6 e gli 11 anni. Alla fine della mattinata verrà assegnato un trofeo ai migliori nuotatore e nuotatrice, e verrà premiata con il trofeo “Fabio Gori” la società che nelle tre giornate avrà ottenuto il miglior punteggio. Il trofeo è dedicato a Fabio Gori, atleta e responsabile di nuoto di Us Acli Roma venuto a mancare in giovane età.

Nel pomeriggio sarà il turno dei ragazzi e degli adulti della categoria master, in gara per contendersi il Trofeo “Swim Acli”, giunto alla sua X edizione. Come per i più piccoli, verranno premiati i migliori nuotatori per categoria e la società.

Alla fine della giornata verrà, inoltre, premiata la società che, avendo partecipato ad entrambi i trofei, abbia ottenuto il miglior punteggio. Inoltre, quest’anno è stato indetto un nuovo riconoscimento, che verrà assegnato a un tecnico che si è distinto per capacità e correttezza. Il premio è dedicato a Carlo Gori, dirigente di US Acli Roma e US Acli Nazionale, scomparso di recente, e padre di Fabio Gori.

“Crediamo che non ci sia modo migliore per concludere il trofeo che con questo riconoscimento per una figura importante come Carlo Gori – dichiara Luca Serangeli, presidente di US Acli Roma -. Questo trofeo, dedicato al figlio scomparso prematuramente, Carlo Gori lo aveva voluto profondamente. È giusto ricordarlo. Lo sport diviene così un’ulteriore occasione per avvicinare le generazioni, e noi siamo felici di celebrare quest’opportunità insieme a tanti atleti di età così diversa”.

“Siamo felici di poter continuare a sostenere Manuel. Abbiamo avuto occasione di parlare con suo padre e raccontargli la nostra iniziativa –  afferma Claudio Butera, vicepresidente di US Acli Roma -. Manuel sta dimostrando grandi forza e coraggio, e noi vogliamo esserci vicino anche in questa terza e ultima tappa”.