Dirigenti in uscita dall’Adsp, Perello: “Decisioni da sospendere in attesa di nuovo Comitato di gestione”

"Con Rocca Presidente nascerà una nuova linea politica, magari con vedute differenti e prospettive diverse rispetto a quella appena giunta a termine", dichiara il consigliere comunale

“È giusto che alla seduta del 21 febbraio del Comitato di Gestione Portuale parteciperà un membro eletto dalla passata amministrazione regionale? Con Rocca Presidente nascerà una nuova linea politica, magari con vedute differenti e prospettive diverse rispetto a quella appena giunta a termine. Mi chiedo allora, ragionando anche sulle importanti tematiche riguardanti il mondo del lavoro che verranno affrontate, se sia ragionevole che tale rappresentante voti provvedimenti che determineranno il licenziamento di alcuni lavoratori. Inutile cadere nell’ovvio citando alcuni stipendi troppo alti, che vanno e devono essere rivisti in quegli uffici. Pertanto si ai ridimensionamenti, fatti con logica e no alla perdita di posti di lavoro. Forse sarebbero state più opportune delle dimissioni? Oppure rimandare la seduta in attesa della nomina di un nuovo rappresentante? Come membro dell’amministrazione comunale mi sono sempre schierato contro ogni licenziamento. Vedi Csp, Port Mobility,Pas e Technomate, solo per citarne alcune. A maggior ragione in prospettiva di un nuovo sviluppo strategico della portualità e l’arrivo dei fondi del PNRR, non si può pensare ad un riassetto organico che porta con se il rischio di perdere competenze e professionalità. A nave rotta ogni vento è contrario ed oggi non possiamo perdere l’opportunità di rinascere, da un momento buio, e diventare cruciali. Oggi come ieri, tuteleremo ogni singolo lavoratore affinché nessun posto venga toccato e il dialogo con le nostre neoelette forze in regione sarà costante e costruttivo”, lo dichiara il consigliere comunale Daniele Perello.