Dipendenti Csp: “A settembre solo un acconto di 500 euro”

Nuove ombre sulla Civitavecchia Servizi Pubblici. "Per 5 anni i lavoratori delle partecipate non hanno avuto problemi con gli stipendi, oggi gli comunicano che prenderanno un acconto di 500 euro sul prossimo stipendio", dichiara il pentastellato D'Antò

219

Che Csp, la Civitavecchia Servizi Pubblici, stia passando una fase alquanto critica è assodato. Il bilancio pare non essere in equilibrio e a farne le spese potrebbero essere subito i lavoratori se è vero che nel mese in corso lo stipendio completo non arriverà. Si parla invece di un acconto da 500 euro, poi si vedrà, come conferma anche il consigliere comunale del M5stelle Enzo D’Antò. “Ovviamente la colpa va data a chi c’era prima per nascondere la propria incapacità a risolvere i problemi. Per 5 anni i lavoratori delle partecipate non hanno avuto problemi con gli stipendi, oggi gli comunicano che prenderanno un acconto di 500 euro sul prossimo stipendio. Per 5 anni non hanno avuto problemi perché ci saremo fatti esplodere per garantire i diritti dei lavoratori che dipendono dall’attività amministrativa del Comune e delle loro famiglie. Ma lasciamoli lavorare, forse è solo un passo indietro per prendere la rincorsa… sperando che non la prendono per schiantarsi contro un muro”.