Dehors e istallazioni esterne, le modifiche al regolamento in attesa del definitivo

Ecco le proposte di modifiche redatte dall'assessore all'urbanistica Sandro De Paolis

261

Uno dei temi più caldi, ma anche intricati, che l’amministrazione comunale deve prendere per le corna, è quello legato ai dehors e alle istallazioni esterne. Di recente, nello specifico il 10 gennaio, l’ufficio edilizia e urbanistica e l’assessore Sandro De Paolis hanno redatto la proposta di delibera relativamente a “Modifiche al vigente “regolamento per installazioni esterne – poste a corredo di esercizi di somministrazione di cibi e bevande approvato” con deliberazione del Consiglio Comunale n. 117 del 03/11/2017, da applicare fino all’entrata in vigore del nuovo regolamento sulle installazioni esterne e sui dehors”. Questa la proposta: “nelle more della redazione della proposta di modifica al vigente Regolamento comunale sulle installazioni esterne approvato con delibera del Consiglio comunale n. 117/e fino all’approvazione del nuovo Regolamento, aggiungere, dopo il comma 3, dell’art. 16, i commi 3-bis, 3-ter e 3-quater, come di seguito riportati: 3-bis Tutte le installazioni esterne già autorizzate nell’anno 2019, sono soggette per l’anno 2020 a semplice rinnovo, anche in deroga a quanto previsto al comma 2 del presente articolo, senza attivare una nuova verifica presso gli uffici competenti. Il titolare della concessione, al fine di ottenere il rinnovo per l’anno 2020 è tenuto a presentare al SUAP, utilizzando l’apposita modulistica presente nel Portale, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà nella quale si dichiara “la totale conformità delle installazioni esterne a quelle precedentemente autorizzate ed installate, ovvero che sarà occupata la stessa superficie, sarà posizionata la medesima struttura e gli stessi elementi che compongono l’installazione esterna già autorizzata nell’anno precedente, consapevole che qualsiasi modifica comporta la presentazione di una nuova istanza”. Alla dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà dovrà essere allegata copiadel pagamento della Tosap e/o della 1° rata del pagamento della Tosap relativa al periodo di occupazione; copia della polizza fideiussoria a garanzia di eventuali danni arrecabili al suolo pubblico; copia del
pagamento dei diritti di istruttoria SUAP. Successivamente il SUAP,previa verifica della regolarità della documentazione presentata e previo invio della stessa agli uffici coinvolti nel procedimento, procederà al rilascio del titolo abilitante al rinnovo all’occupazione di suolo pubblico nonché al posizionamento dell’installazione esterna. 3-ter Tutte le installazioni esterne già autorizzate nell’anno 2019, dopo l’approvazione del nuovo regolamento comunale sulle installazioni esterne e sui dehors attualmente in corso di redazione, saranno oggetto di prossima verifica, intesa ad accertare presso gli uffici competenti il rispetto delle norme e regolamenti vigenti in materia di viabilità, sicurezza, ambiente, edilizia, commercio, per il rinnovo relativo all’anno 2021; 3-quater Per le motivazioni espresse in premessa stabilire, solo per le nuove istanze di installazioni esterne presentate dopo l’adozione della presente deliberazione, che fino all’entrata in vigore del redigendo nuovo regolamento comunale sulle installazioni esterne e sui dehors, le tipologie di strutture di copertura ammissibili sono esclusivamente quelle indicate ai punti 7.1 – Ombrelloni e 7.2 – Tende a teli retraibili senza alcun appoggio al suolo; 2. trasmettere copia del presente atto a tutti i Servizi Comunali, con particolare riferimento al Servizio 3 OO.PP. e Infrastrutture, al Servizio 5 Edilizia e Urbanistica Patrimonio e Demanio, al Servizio 6 SUAP ed al Servizio 7 Polizia Locale; 3. dare atto, altresì, che il presente provvedimento non comporta impegno di spesa; 4. dichiarare il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4 del D. Lgs. 267/2000, stante l’urgenza di rendere esecutivo il testo proposto”.

Sponsorizzato da