Dal 6 agosto entra in vigore il green pass. Ecco chi lo richiede. Obbligo per ristoranti, palestre, cinema e stadi

Si potrà accedere senza certificato solo ai trasporti, ai negozi e supermercati, almeno per ora

Il 6 agosto prossimo entrerà in vigore la nuova versione del green pass. E’ un documento rilasciato dal Ministero della Salute, che attesta che il possessore è guarito dal covid, oppure si è sottoposto a tampone in tempi recentissimi, ed è risultato negativo al virus, o infine che è stato immunizzato con una o due dosi di uno dei vaccini autorizzati dalle Autorità Sanitarie e dall’Unione Europea.

Chi lo richiede. I soggetti autorizzati a chiedere l’esibizione del green pass sono i pubblici ufficiali, il personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi iscritto in apposito elenco, tenuto – anche in forma telematica – dal prefetto competente per territorio (art. 3, comma 8, legge n. 94/2009, n. 94), i titolari, o loro delegati, delle strutture recettive e dei pubblici esercizi per l’accesso ai quali è prescritto il possesso di certificazione verde Covid-19, il proprietario o il legittimo detentore, o loro delegati, di luoghi o locali presso i quali si svolgono eventi e attività per partecipare ai quali è prescritto il possesso della certificazione verde, i gestori, o loro delegati, delle strutture che erogano prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali per l’accesso alle quali in qualità di visitatori sia prescritto il possesso della certificazione.

Obbligo del certificato. Dal 6 agosto ci sarà l’obbligatorietà per l’accesso ai luoghi di ristorazione al chiuso, a palestre, cinema, teatri, musei, stadi e palazzetti per eventi sportivi o concerti. Si potrà accedere senza certificato solo ai trasporti, ai negozi e supermercati, almeno per ora.