Controlli su utilizzo mascherine e divieto di assembramenti, verifica su 38 attività commerciali: 9 sanzioni

L’attenzione delle Forze dell’Ordine si è concentrata soprattutto sul rispetto del divieto di assembramento, con particolare attenzione ai limiti di capienza dei locali ed ai luoghi dove maggiormente si registra la presenza di persone nei giorni festivi, come giardini pubblici e lungomare

163

Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto, Polizia Locale, hanno svolto, nel fine settimana una capillare attività di prevenzione e di controllo per verificare l’attuazione delle norme emanate dal nuovo DPCM per il contenimento del contagio da Covid-19. Durante i servizi sono state controllate 380 persone ed elevate 9 sanzioni. Sottoposte a verifica anche 38 attività commerciali, alcune sanzionate poiché i dipendenti non indossavano correttamente la mascherina. Oltre all’obiettivo di controllare il corretto uso delle mascherine, l’attenzione delle Forze dell’Ordine si è concentrata soprattutto sul rispetto del divieto di assembramento, con particolare attenzione ai limiti di capienza dei locali ed ai luoghi dove maggiormente si registra la presenza di persone nei giorni festivi, come giardini pubblici e lungomare, invitando i cittadini ed i titolari di locali al rispetto delle norme emanate nel DPCM per la fondamentale tutela della salute pubblica. Durante i servizi, che hanno interessato anche i comuni del litorale, una pattuglia della Polizia Giudiziaria del commissariato di viale della Vittoria ha fermato, nel comune di Ladispoli, una cittadina romena colpita da mandato di cattura europeo per estradizione. La donna condannata in Germania per furto e reati contro il patrimonio, commessi quando era residente in quella nazione, è stata tradotta, dagli agenti del commissariato di Polizia presso l’Istituto Penitenziario di Teramo dove dovrà scontare due anni di carcere.