Conferenza dei servizi sul Marina Yachting, l’iter prosegue. Civitavecchia spera

In estrema sintesi le uniche criticità le ha sollevate, come ampiamente anticipato, la Soprintendenza, in riferimento ai piani paesaggistici, oggetto a breve di un tavolo tecnico

Si è svolta ieri mattina la Conferenza dei servizi per il progetto del Marina Yachting a Civitavecchia. Presenti tutti gli enti preposti che si sono collegati in modalità multimediale. In estrema sintesi le uniche criticità le ha sollevate, come ampiamente anticipato, la Soprintendenza, in riferimento ai piani paesaggistici, oggetto a breve di un tavolo tecnico. Al di là delle disposizioni dell’organo di controllo dunque, per il resto si dovrebbe procedere senza intoppi, con la Capitaneria di Porto che ha chiesto soltanto lumi sul canale per far uscire le barche. Ha ovviamente partecipato sia il presidente dell’Autorità di sistema portuale Pino Musolino che il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco, parsi entrambi molto propensi a portare avanti il progetto, invitando gli enti a superare le varie problematiche. Da Montecarlo quindi aspettano il via libera definitivo, un semaforo verde chiaramente auspicato anche dal contesto locale, che attende da tempo immemore un piano di sviluppo come si deve per far si che città e porto non siano più due realtà separate.