Concorsone ad Allumiere, spuntano i coniugi nella stessa commissione d’esame

Intanto proprio dalla Pisana arriva la sospensione in autotutela delle assunzioni generate dal concorso

Anche la Procura di Roma ha aperto un fascicolo sul concorso più popolare del momento, quello che si è svolto ad Allumiere nell’estate 2020 e che ha determinato assunzioni in Regione Lazio e in altri comuni della provincia di Roma. Già la Procura di Civitavecchia nei giorni scorsi aveva deciso di aprire un’indagine, affidata ai Carabinieri. Fra i documenti su cui stanno puntando la lente di ingrandimento gli inquirenti, oltre all’oramai famosa graduatoria con i punteggi del test preselettivo, anche il verbale numero 7 pubblicato il 4 dicembre 2020. Nel bando di gara c’era la possibilità che la commissione potesse essere implementata con una competenza esterna. Nel citato documento però sarebbe riportato il profilo della coniuge del presidente della stessa commissione, chiamata come competenza aggiuntiva per la prova orale di lingua straniera. Una convocazione probabilmente legittima, ma, se fosse confermata, sicuramente inopportuna. Intanto proprio dalla Pisana arriva la sospensione in autotutela delle assunzioni generate dal concorso. Un altro passaggio significativo in una vicenda le cui ombre aumentano giorno dopo giorno.