Concorso “Ennio Galice”, edizione speciale: il mio mondo dopo il coronavirus

Nel ventennale della scomparsa di Ennio Galice l’IC di via Toscana crea una nuova sezione rivolta a tutti gli alunni della secondaria di primo grado

538

“Emozioni in parole e immagini… il mio mondo dopo il coronavirus”, è il titolo dell’edizione speciale 2020 del concorso “Ennio Galice”, nel ventennale della scomparsa del professore di Arte, che dà il nome all’istituto e a cui è dedicato il concorso. L’IC di via Toscana 2 di Civitavecchia ha voluto declinare l’edizione di quest’anno con un esplicito riferimento alla difficile situazione che anche la comunità locale sta affrontando a causa dell’emergenza Covid-19. Emergenza nella quale i bambini e i ragazzi sono certamente tra i soggetti che hanno maggiormente bisogno di cura e di attenzione dal punto di vista emotivo e psicologico, dopo queste lunghe settimane in cui hanno visto stravolta la dimensione della loro quotidianità. Come si legge infatti nelle motivazioni del bando, la finalità più importante di questa edizione del concorso è quella di stimolare la creatività e invitare gli alunni ad apprezzare la vita, riflettendo “sui valori fondamentali che contribuiscono a creare una società migliore”. E proprio perché si tratta di un momento particolarissimo, l’IC “Ennio Galice” ha deciso di aggiungere a quelle tradizionali anche una nuova sezione, che apre le porte del concorso anche agli altri istituti comprensivi cittadini. Complessivamente, quindi, salgono a quattro le sezioni: infanzia, primaria e secondaria di primo grado interne all’IC “Ennio Galice”, più la quarta sezione destinata invece a tutti gli alunni della scuola secondaria di primo grado di Civitavecchia. I lavori potranno essere realizzati con tecniche libere per i bambini più piccoli, mentre per la secondaria si dovrà utilizzare la tecnica del collage polimaterico, includendo quindi nell’opera il quadro stesso, nella sua consistenza materica.

Disegno di un alunno, fuori concorso

Il concorso si concluderà con la premiazione di tre alunni per ogni sezione. I lavori, che dovranno essere consegnati entro il 4 maggio, saranno giudicati da una commissione composta dalla Ds dell’IC “Ennio Galice”, prof.ssa Lucia Matarazzo, dalla prof.ssa Bianca Moraia, pittrice, insegnante d’arte e moglie del professor Ennio Galice, dal professor Marco Galice, docente di Lettere, e da tutti gli insegnanti di Arte e Tecnologia dell’IC “Ennio Galice”. Saranno valutate le capacità comunicative attraverso l’arte, l’espressione creativa di idee ed emozioni attraverso le arti visive, la conoscenza di alcune tecniche grafiche e specifiche. La giuria assegnerà anche un premio speciale.